Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


BASKET A2 - E l'Apu tornò a sorridere

Interrotta a Treviglio la serie di sei sconfitte consecutive. La formazione di Boniciolli si impone, però, con un solo punto di scarto (84 - 83), rischiando di buttarla via negli ultimi secondi. Mussini top scorer, Italiano miglior rimbalzista

TREVIGLIO - APU           83 - 84

TREVIGLIO: Reati 10, Nikolic 14, Borra 11, Pepe 23, Frazier 14, Lupusor 3, D’almeida 6, Bogliardi 2, Sarto. Ne: Corini, Manenti e Amboni. Coach: Cagnardi.

APU: Antonutti 13, Foulland 13, Johnson 20, Mussini 22, Mobio 3, Giuri 3, Pellegrino 1, Italiano 4, Schina 5, Deangeli. Ne: Agbara e Spangaro. Coach: Boniciolli

Parziali: 22 - 29, 41 - 46, 68 - 65. Liberi: Treviglio 5/7, Apu 12/14. Tre punti: Treviglio 16/34, Apu: 12/28. Rimbalzi: Treviglio 40 (Pepe 8), Apu 29 (Italiano 7). Cinque falli: Schina.

TREVIGLIO. Ci ha messo abbondantemente del suo, l’Apu Old Wild West, per perdere anche questa. E invece, per una volta, gli Dei del canestro hanno premiato gli udinesi (che alzano cosi i calici per la prima volta nel 2021), reduci da sei ko di fila. Avanti di una lunghezza, con l’ultimo attacco in mano a Treviglio infatti, l’Apu è stata graziata per ben tre volte dai locali che - prima con Frazier e poi con Nikolic e Borra - non sono riusciti ad infilare il pallone del successo. In altri momenti, a fil di sirena, era capitato alla formazione di Boniciolli, di non riuscire a sentenziare gli avversari: cosi va il basket. Nelle pieghe del match, però, scorgiamo ancora un’Apu ondivaga: primo quarto sontuoso in attacco (29 punti realizzati), secondo cosi cosi, terzo iniziato alla grande (più 11 per un incoraggiante 57 - 46, massimo margine del match) e poi archiviato con la consueta, incapacità gestionale dei vantaggi. La frazione residua? Giocata praticamente punto a punto. Sino al convulso finale: scandito da un “passi” di Johnson che ha innescato l’ultimo, inutile triplo attacco lombardo. Tra i singoli da menzionare il Mussini realizzatore, un Johnson nuovamente letale, un notevole sprazzo di Antonutti (13 punti, fatturati tutti nel terzo quarto), il percorso netto di Foulland (6/6 dal campo più 1/1 dalla lunetta) e un’eccellente applicazione difensiva di Italiano (7 rimbalzi). Degna di nota anche la prestazione del “bocia” Schina (classe 2001): 5 punti, 1 rimbalzo e 1 assist in 16 minuti di impiego. Non bene, invece, il “precario” Giuri, mentre Pellegrino si è dovuto accontentare di 7 giri di orologio. E qui la domanda (ri)sorge spontanea: se, dall’altra parte, Borra si ritaglia 30 minuti, non può proprio trovare maggiore utilizzo “Ciccio” ? Domenica prossima, intanto, si torna al “Carnera”: in calendario la sfida con Capo D’Orlando. (r.z.)

LA CLASSIFICA (tra parentesi le gare disputate): Tortona punti 28 (15), Orzinuovi 18 (15), Piacenza 16 (14), Monferrato 16 (14), Apu Old Wild West 16 (15), Torino 14 (11), Capo D’ Orlando 14 (14), Urania Milano 14 (14), Verona 12 (14), Mantova 12 (14), Trapani 12 (15), Treviglio 10 (13), Biella 8 (15), Bergamo 6 (13).

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 07/02/2021
 

Altri articoli dalla provincia...









BASKET - Trieste vola, Udine sprofonda

Giornata di opposte emozioni per le due regionali più titolate del basket. In serie A, l’Allianz Trieste, già qualificata per la Final Eight di Coppa Italia, è andata a ...leggi
31/01/2021










Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,05916 secondi