Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


LA PROPOSTA - Skocaj (Cormonese): giocare anche d'estate

Il presidente della società isontina lancia l’invito alla Figc di un cambio di mentalità. Gioverebbe a tifosi, società (incassi) e terreni di gioco. Se il Carnico lo fa ....

Potrebbe far discutere o storcere il naso ai puristi del calcio, ma la proposta del presidente della Cormonese Marco Skocaj è più che condivisibile e anche appropriata fra i dilettanti. Il massimo dirigente grigiorosso invita la Federazione a far disputare i campionati anche d’estate, sulla falsa riga del Carnico. Si può giocare di sera o nel tardo pomeriggio, i tifosi verrebbero allo stadio molto più volentieri e numerosi rispetto all’inverno con freddo, pioggia e buio presto e si tradurrebbe anche in maggiori incassi al chiosco (fa caldo, si beve di più) e i terreni di gioco non soffrirebbero.
«Non si può ragionare con le vecchie logiche, dobbiamo adattarci, cambiare la nostra mentalità  di dover concludere i campionati entro il 30 giugno - spiega Skocaj in un’intervista a “Il Pccolo” -. Non vedo problemi nel giocare a luglio o agosto e se qualche giocatore va in ferie non c’è problema, la rosa è sempre ampia».
Su quest’ultimo aspetto qualcuno potrà obiettare, ma allora nel Carnico nessuno va in ferie?    


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 09/02/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,08952 secondi