Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


PROPOSTA 2 - Fiorini chiede la nascita dei Giovanissimi C

L'ex presidente Aipac, sulla scorta di quanto detto nei giorni scorsi, avanza la sua proposta per il blocco delle età nelle categorie Allievi, Allievi B, Giovanissimi e Giovanissimi B

Torna alla carica dopo le prime dichiarazioni su una possibile riforma del calcio giovanile di qualche giorno fa, Stefano Fiorini, questa volta con una proposta ufficiale inviata al segretario del settore giovanile della FIGC, Vito Di Gioia ed al presidente LND della Toscana, Paolo Mangini. Di seguito l'elaborato integrale.

Premessa:

Già a livello professionistico, il tempo dedicato al training e all’apprendimento è notevolmente inferiore rispetto al tempo dei pari età che vivono in altri paesi europei, che alle sollecitazioni allenanti che ricevono nei propri club di appartenenza, sommano le esperienze motorie in ambito scolastico, fin dalle scuole primarie. Con il risultato che un pari età europeo ha capacità coordinative e motorie più sviluppate di un pari età italiano!

Oggi nei club più organizzati (non necessariamente professionistici) i nostri ragazzi svolgono mediamente le seguenti ore di formazione /training:

Primi Calci e Piccoli Amici: 110 h annuali;
Pulcini: 172 h annuali;
Esordienti: 240 h annuali
Giovanissimi: 320 h annuali
Allievi: 400 h annuali;
Primavera (Beretti, Juniores): 500 h annuali.

Ore alle quali vanno aggiunte le ore di gara

Ore di training e di formazione che, a causa della pandemia, si sono irrimediabilmente perse proprio nel momento in cui le spinte evolutive della crescita amplificano gli stimoli allenanti.

In questa situazione, i nostri giovani (soprattutto nelle fasce di età 12/17 anni) hanno dovuto subire lo stop alle attività a causa del Covid 19, bloccando o limitando fortemente il loro percorso di crescita. Conseguentemente, ne usciranno fortemente penalizzati, avendo praticamente azzerato l’attività formativa e di training per almeno 12 mesi, nelle fasi maggiormente sensibili.

E se tutto questo è vero per le categorie professionistiche, purtroppo è ancora maggiormente più vero per i ragazzi tesserati nelle nostre società dilettantistiche.

È quindi prioritario ricercare soluzioni che consentano ai nostri giovani di recuperare il tempo perduto!

Unica possibilità è ritardare l’uscita dalle fasce giovanili di 1 anno, consentendo ai nostri giovani di recuperare le esperienze motorie perse, allo scopo di influenzare “l’intelligenza motoria” del giovane. L’apprendimento è una capacità fondamentale per favorire nel giovane una sempre più vasta e solida autonomia per gestire i suoi comportamenti nei futuri momenti di competizione.

Questo perché solo all’interno dell’attività giovanile i contenuti del training rispondono a questi requisiti indispensabili, così come l’organizzazione dei campionati e delle competizioni.

Strutture campionati giovanili stagione sportiva 2020 – 2021

Attività di base:

L’attività delle categorie di Base ha carattere eminentemente promozionale, ludico e didattico ed è organizzata su base strettamente locale.

Partecipano all’attività le seguenti categorie di calciatori:

- Piccoli Amici
- Primi Calci
- Pulcini
- Esordienti

Attività Giovanile Agonistica:

- Giovanissimi
- Allievi

Fascia di età delle categorie di calciatori

- Piccoli Amici 2014/15 (5 anni compiuti)
- Primi Calci 2012/13
- Pulcini 1° anno 2011
- Pulcini 2° anno 2010
- Esordienti 1° anno 2009
- Esordienti 2° anno 2008 calcio a 9
- Giovanissimi B 2007
- Giovanissimi A 2006
- Allievi B 2005
- Allievi A 2004

La proposta che di seguito elencheremo, può essere recepite dalla FIGC, e non deve passare al vaglio della Uefa, in quanto le competizioni organizzate dalla Uefa riguardano esclusivamente le Rappresentative Nazionali Under 17 e Under 19.

Il recepimento della proposta sotto elencata garantisce che i nostri giovani non siano ulteriormente penalizzati dalla situazione che siamo stati costretti a vivere e che il movimento calcistico non subisca ulteriori danni compromettendo la crescita dei nostri migliori talenti.

Strutture campionati giovanili stagione sportiva 2021 – 2022

Proposta

Attività di base:

Partecipano all’attività le seguenti categorie di calciatori:

- Piccoli Amici 2015/16 (5 anni compiuti)
- Primi Calci 2013/14
- Pulcini 1° anno 2012
- Pulcini 2° anno 2011
- Esordienti 1° anno 2010
- Esordienti 2° anno 2009 calcio a 9

Attività giovanile agonistica

- GIOVANISSIMI C 2008 (nuova categoria)

- Giovanissimi B 2007
- Giovanissimi A 2006
- Allievi B 2005
- Allievi A 2004

Attività dilettantistica

Juniores 2002/2003 con 2/3 calciatori 2001 fuori quota

Quote campionati dilettantistici (dove previsti): uguale a stagione sportiva 2020/21

Rispetto alla stagione sportiva 20/21, rimangono inalterate le fasce di età dei campionati di attività giovanile agonistica, aggiungendo la categoria Giovanissimi C.

Vantaggi:

i nostri ragazzi recupererebbero i 15 mesi persi di inattività e i giovani 2008 sarebbero comunque inseriti in un campionato competitivo.

Eviteremo l’abbandono precoce di molti ragazzi che non si sentirebbero pronti ad entrare nelle fasce di categorie senior.

I ragazzi in categoria Allievi (under 17) avrebbero la possibilità di partecipare al più importante campionato giovanile, mantenendo lo stesso livello di competitività pre Covid.

Nessuno o limitato sovraccarico organizzativo per le società, sia per gli allenamenti sia per le gare

Limiti:

strutturare l’organizzazione dei campionati in maniera diversa e dover riscrivere i regolamenti e le carte federali

Articolo precedente:

⚽️ Fiorini: bisogna bloccare le annate

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 15/02/2021
 

Altri articoli dalla provincia...








TORNEO ZUCCHERI - Entro fine luglio la decisione

Il prestigioso torneo giovanile internazionale “Fabio Zuccheri” potrebbe disputarsi a settembre, se le condizioni sanitarie e i protocolli lo permetteranno. Solitamente la kermesse si svolge nel mese di m...leggi
19/07/2020











Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,08211 secondi