Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


BASKET A2 - Apu, spettacolo di squadra

Ancora un successo (il terzo consecutivo) per la formazione di Boniciolli, che supera Piacenza con una prestazione collettiva di spessore. Nove giocatori a segno, Johnson ne mette 20

APU OLD WILD WEST - PIACENZA   94 - 82

 APU: Mussini 6, Deangeli 5, Johnson 20, Italiano 7, Foulland 14, Antonutti 14, Giuri 13, Pellegrino 8, Mobio 7, Schina Ne: Agbara e Spangaro. Coach: Boniciolli.

PIACENZA: Mcduffie 23, Molinaro 1, Formenti 6, Carberry 26, Cesana 12, Guariglia 7, Gajic 3, Massone 4, Poggi. Ne: Perotti, Voltolini e Jelic. Coach: Salieri.

Arbitri: Perocco, Foti e Nuoro.

Parziali: 30 - 20, 49 - 41, 70 - 65. Liberi: Apu 13/14, Piacenza 10/13. Tre punti: Apu 13/27, Piacenza 12/21. Rimbalzi: Apu 39 (Foulland 8), Piacenza 29 (Mcduffie 7). Cinque falli: nessuno.

UDINE. Altro giro, altro regalo. L’Apu sembra essersi tolta la famosa scimmia della spalla e, digerita senza stravolgimenti (strano, nello sport italiano) la striscia di sei ko consecutivi, riacquista fiducia collezionando la terza vittoria di fila. Ultima vittima dei bianconeri di Boniciolli è la fastidiosa Piacenza che, non più tardi di tre settimane orsono, si era aggiudicata il match casalingo, con un margine (91 - 80) che Mussini e soci sono riusciti persino a ribaltare: e, in caso di eventuale ricorso alla classifica avulsa, male non farà. Sarà banale, ma si tratta di un successo collettivo, di una risposta corale che fa ben sperare per il futuro.

Dopo un primo tempo da sogno (chiuso sul 30 - 20), l’Apu ha controllare le folate piacentine, portandosi addirittura sul 40 - 27 (massimo vantaggio del match al 15’) della seconda frazione. Gli ospiti, trascinati dalla coppia Usa (59 punti complessivi), sono però tornati a farsi parecchio minacciosi, sul 61 - 60 e sul 64 - 63. Un break di Antonutti ha tenuto lontana la banda Salieri e nell’ultimo quarto, dopo una serie di triple da ambo le parti, Johnson e Mobio hanno chiuso la pratica. Da segnalare il “ventello” di DJ, le buonissime prove di Foulland, Antonutti, Giuri e Pellegrino e il “ritorno” di Deangeli (5 punti, altrettanti rimbalzi e 4 assist). Mussini e Italiano hanno invece litigato con il ferro: 2/11 per il primo e 2/7 per l’ex Fortitudo le percentuali dal campo. Il prossimo impegno vedrà l’Apu di scena domenica prossima (ore 18) a Monferrato, prima avversaria a violare il “Carnera” affidandosi, praticamente, a soli cinque titolari...(r.z.).

Foto: Facebook Assigeco

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 17/02/2021
 

Altri articoli dalla provincia...










BASKET - Trieste vola, Udine sprofonda

Giornata di opposte emozioni per le due regionali più titolate del basket. In serie A, l’Allianz Trieste, già qualificata per la Final Eight di Coppa Italia, è andata a ...leggi
31/01/2021









Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,08648 secondi