Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


PORDENONE - Rinnovato il legame con l'Area Giovani Cro di Aviano

Il logo del club neroverde è presente anche sulle le felpe dello staff medico, infermieristico ed organizzativo e viceversa su quelle dei calciatori. Il dg Migliorini: «Per noi è un’emozione vedere il marchio del Cro sui nostri giocatori». Testimonial capitan Stefani, il dott. Mascarin e la dott.ssa Coassin

Sui campi del centro sportivo De Marchi il Pordenone Calcio e l’Area Giovani del Cro di Aviano hanno rinnovato simbolicamente il loro legame d’amicizia nato nel 2014. Il logo del club neroverde è presente sulla spalla della felpa indossata ogni giorno dallo staff medico, infermieristico e organizzativo del reparto, eccellenza nazionale. Il logo dell’Area Giovani, invece, raddoppia: oltre al pantaloncino, ora è presente anche sulla spalla della felpa nera dello sponsor tecnico Givova con cui i ramarri fanno il loro ingresso in campo in ogni match.

«Ci è sembrato un modo naturale per rinnovare  il nostro rapporto speciale con l’Area Giovani del Cro – spiega Giancarlo Migliorini, direttore generale del Pordenone –, che ci aveva fatto a sua volta la sorpresa del logo sulle felpe di medici e infermieri staff. Da un anno causa Covid, purtroppo, non possiamo far visita ai ragazzi e alle ragazze del reparto, ma siamo sempre vicini a loro e a tutto lo straordinario personale che vi opera. Per noi è ogni volta un’emozione particolare vedere indosso ai nostri calciatori logo e colori dell’Area Giovani».
Grande soddisfazione pure in “casa” Area Giovani. «Anche per noi vedere i nostri colori durante le partite della squadra, la nostra squadra, è sempre molto bello – commenta il dottor Maurizio Mascarin, responsabile dell’Area Giovani –. I nostri ragazzi non vedono l’ora di tornare a ospitare i calciatori, che negli anni hanno “sfidato” a calcio e a PES con la PlayStation nel salone del reparto oltre a vestire con orgoglio la maglia neroverde alla Winners Cup».

Testimonial di di questo nuovo bellissimo gemellaggio delle felpe, anche territoriale in quanto sul fronte di quella del Pordenone c’è il logo di PromoTurismoFVG, sono stati capitan Mirko Stefani per il club neroverde, il dottor Mascarin e la dottoressa Elisa Coassin per l’Area Giovani del Cro.

 

Nella foto, da sinistra, dott. Maurizio Mascarin, capitan Mirko Stefani e dott.ssa Elisa Coassin.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 18/02/2021
 

Altri articoli dalla provincia...






SERIE D - Clodiense iellata: perso Melandri, ecco il Covid...

E' una settimana decisamente sfortunata per l'Union Clodiense Chioggia, terza forza del girone C di serie D: dopo aver perso per il resto della stagione l'attaccante Daniele Melandri (5 gol dal suo tesseramento a gennaio) a causa della lesione del legamento crociato anteriore del ginocchio destro riportata durante la sfida con il ...leggi
05/03/2021













Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,08712 secondi