Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


POLITICA - Riforma Spadafora approvata nonostante le lamentele

Gli appelli da parte della maggioranza del calcio dilettantistico non sono stati ascoltati, oggi l'atto è diventato ufficiale contrariando i piani alti dello sport nazionale

A due giorni dalla scadenza dei termini dei decreti attuativi, nella giornata di oggi è stata ufficializzata l'approvazione della tanto osteggiata riforma Spadafora, proposta dall'ex Ministro dello Sport e resa effettiva dall'attuale Presidente del Consiglio, Mario Draghi. Al netto dei punti che possono ritenersi adeguati quali l'introduzione dello status professionistico per le calciatrici dei massimi campionati italiani e le norme di sicurezza per gli impianti sportivi, il fattore scatenante di tutte le proteste dal mondo dello sport riguarda l'abolizione del vincolo sportivo, entro cinque anni a partire da oggi, che comporterà grosse perdite e disagi per le società dilettantistiche.

Dura la risposta del presidente della FIP, Gianni Petrucci, che ha ammesso di essere turbato per questa riforma che andrà a gravare sulle Federazioni già al collasso e con un'ingente perdita di tesserati a causa della crisi dovuta al Covid, aggiungendo che probabilmente chi ha leggiferato in questo modo non conosce assolutamente il mondo dello sport. Attesa la reazione della LND, che in passato ha palesato una posizione apertamente contraria a questa riforma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 26/02/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,07650 secondi