Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


SERIE D - Il Cjarlins si concede al Montebelluna. Pericolo!

La squadra di Princivalli sblocca il risultato, ma poi si deve inchinare a Fasan e soci, che mettono a nudo i limiti, difensivi ma non solo, dei friulani

CJARLINS MUZANE - MONTEBELLUNA 1-3
Gol: 21’ Sottovia, 35’ Lukanovic, 39’ Fasan, 53’ Franceschini
 
CJARLINS MUZANE: Moro, Ndoj, Tonizzo, Zuliani, De Agostini - Beltrame (78’ Pez), Pignat, Ruffo (46’ Butti) - Bussi, Sottovia (70’ Spetic), Tonelli. All. Nicola Princivalli

MONTEBELLUNA: Bonato, Spagnol, De Min, Zucchini, Vedova (70’ Corro) - Tomasi, Zago, Girardi - Franceschini (89’ Shala) - Fasan, Lukanovic (Preknicaj). All. Nicola Pulzetti

ARBITRO: Andrea Zambelli sez. Lovere. Assistenti: Tommaso Ercolani sez. Milano e Cosimo De Tommaso sez. Voghera.

NOTE - Ammoniti: 47’ Tonizzo, 51’ Tomasi, 56’ Pignat, 66’ Sottovia, 83’ De Min, 88’ Fasan. Calci d’angolo: 4-1. Recupero: 1t. 0’ - 2t. 4’
 
Per dirla con Princivalli, a Carlino l’imbarazzo continua, la dice lunga il volto rabbuiato di paron Zanutta che lascia anzitempo il Della Ricca. 3-1 per gli ospiti, con il Montebelluna che si permette di chiudere la partita addirittura con ben dieci fuori quota. Per il Cjarlins Muzane, ahinoi, è l’ennesima prova opaca, ma soprattutto la necessità di guardarsi seriamente alle spalle viste le vittorie di Bolzano e e di Sedico che l’affiancano ora a 26 punti  in classifica.
Avvio piuttosto interlocutorio, le formazioni scherzate da Princivalli e Pulzetti, si annusano, si studiano, poche occasioni, scarse emozioni, così se esclude l’imbucata di Fasan per Lukanovic all’11’, rimane veramente poco da annotare sul tabellino.
Partita che improvvisamente si sblocca al 21’: Tonelli pesca in verticale Sottovia, l’attaccante del Cjarlins calcia dai venti metri verso la porta, la sfera deviata da Zucchini assume una parabola che si infila tra portiere e traversa. Cjarlins in vantaggio con qualche responsabilità da attribuire a Bonato, apparso fuori posizione nell’occasione del gol subito. Passato in vantaggio, appare in fiducia il Cjarlins che intorno alla mezz’ora ha due buone occasioni per raddoppiare. Spreca Ruffo al 28’, bravo prima ad approfittare di una scivolata di Vedova, poi telefona la conclusione in bocca a Bonato, che un minuto dopo è chiamato agli straordinari sul tiro da fuori di Tonelli: il portiere del Monte si distende e si salva in corner.
Prova a reagire la squadra di Pulzetti, con il trio d’attacco che ha in Fasan un’autentica spina nel fianco nella difesa del Cjarlins Muzane. Al 31’ il trequartista del Montebelluna si incunea in area e calcia da posizione defilata, Moro para ma non trattiene, poi la recupera con l’aiuto del palo. Sul fronte opposto ci prova Ndoj, Bonato para in due tempi.
Aumenta i giri la squadra di Pulzetti, ed al 35’ con una bella azione iniziata da Lukanovic e rifinita da Fasan il Montebelluna raggiunge il pareggio. Lukanovic appare improvvisamente alle spalle di Zuliani che si perde il 19 dei veneti ed infila indisturbato Moro. Rischia grosso al minuto 38 la squadra di Princivalli, Girardi pesca Franceschini, la palla sfila fuori di un nulla con la difesa di casa apparsa mal piazzata. Un minuto dopo il Montebelluna completa la rimonta, complice l’ennesima disattenzione difensiva: Tonizzo cicca il rinvio, Girardi è il più reattivo di tutti a rubare palla e la mette per Fasan che prende la mira e fredda Moro con un delizioso tocco a giro. Montebelluna meritatamente in vantaggio per 2-1. Sulle gambe appare invece il Cjarlins che nel finale di tempo non riesce ad imbastire una qualche reazione, non c’è recupero, e squadre al riposo con gli ospiti in vantaggio.
Al rientro dagli spogliatoi, Princivalli toglie Ruffo, prova opaca la sua, e manda in campo il 2002 Butti. Innocua quanto prevedibile la conclusione di al 6’ della ripresa, testa di Bussi sul piazzato dal lato corto dell’area di rigore di Tonizzo. Si rivela scriteriata la scelta del Cjarlins di riversarsi nella metà campo avversaria, lasciando al Montebelluna di colpire in transizione offensiva. Al 53’ la palla persa sulla trequarti del Montebelluna viene raccolta da Fasan che disegna la traccia perfetta per Franceschini il quale prende d’infilata i due centrali, portando il risultato sul 3-1.
Si ferma sulla traversa al 55’ il tentativo di Tonizzo direttamente su calcio di punizione, poi Bussi si trova sui piedi al 62’ una buona palla, ma mastica la conclusione. In totale confusione il Cjarlins che rischia di capitolare al minuto 74’: Franceschini conquista palla sulla trequarti, perfetto il cambio di campo per Spagnol che crossa basso con i quattro della difesa che consentono la penetrazione di Fasan che calcia indisturbato ma per fortuna del Cjarlins centralmente.
All’80’ il Cjarlins ha una buona chance per riaprire la partita, ci prova Butti servito nel cuore dell’aria di rigore, De Min si immola, murando la conclusione a rete. Senza esiti il tentativo su punizione di Tonizzo al minuto 84’, Bonato interviene in due tempi, mentre il Montebelluna nei minuti finali sfiora per ben tre volte la quarta marcatura con Preknicaj e il solito Fasan. A tempo scaduto, Bussi la gira fuori di testa, troppo poco per rimettere in piedi una gara oltremodo compromessa. 4’ di recupero e risultato finale che rimane inchiodato sul 3-1 per i trevigiani. 

Antonino De Blasi

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da Antonino De Blasi il 28/02/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,09214 secondi