Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


SERIE D - Manzanese, prova di forza. Determinante Moras

Priva di Felipe e Gnago, la squadra di Vecchiato espugna 4-1 in rimonta il "Gabbiano" di Campodarsego, continuando l'inseguimento alla lepre Trento

CAMPODARSEGO – MANZANESE 1-4 (p.t. 1-2)
Gol: pt 5' Akammadu, 16' Boscolo Papo, 37' Moras; nella ripresa Fyda al 33’ e Casella (rig.) al 49’.
 
CAMPODARSEGO: Trezza, Boscolo Bisto (34’s.t. Annoni), Proto, Finazzi, Montin, Gentile (38’s.t. Bartoli), Busetto, Callegaro (21’s.t. Tardivo), Akammadu, Petrilli, D’Appolonia (26’s.t. Trovade). A disposizione Boscolo Palo, Santinon, Carraro, Scapin, Buonaventura. Allenatore Alessandro Ballarin.
 
MANZANESE: Burigana, Nchama, Bevilacqua, Calcagnotto, Casella, Moras, Fyda, Zupperdoni, Nicoloso (26’s.t. Cecchini), Medico (26’s.t. Delle Case), Boscolo Papo (21’s.t. Nastri). A disposizione Calligaro, Codromaz, Cestari, Duca, Mikaila, Bradaschia. Allenatore Roberto Vecchiato.
 
ARBITRO: Simone Gauzolino (Torino). Assistenti: Alessio Mauriello e Ivan Melnchuk (Bologna).
 
NOTE – Ammoniti: Nchama (31’p.t.), Zupperdoni (35’p.t.), Montin (8’s.t.), Medico (16’s.t.), Finazzi (46’s.t.); espulso Annoni al 48’ del secondo tempo. Calci d’angolo 4-4. Recuperi 1’ e 4’.
 
Campodarsego - Appuntamento di lusso per il Campodarsego, al “Gabbiano” della cittadina padovana arriva infatti la rivelazione del torneo, quella Manzanese che è in corsa con Trento (deve ancora recuperarsi il match del girone d’andata in terra tridentina) ed Union Clodiense (tre i punti di vantaggio sulla compagine veneziana) per il salto di categoria. Pur convocati da mister Vecchiato, nella lista gara della Manzanese non compaiono Gnago (infortunato) e Felipe (secondo il dg Alessandro Paolucci “in campo forse dalla prossima settimana”).
Esordiscono invece dal primo minuto di gara i neoacquisti Medico (sulla fascia sinistra nella quaterna difensiva) e Boscolo Papo (a sinistra, tra i tre di centrocampo).
Inizia meglio il Campodarsego, che al 4’ si porta già in vantaggio con Akammadu, autore di un tiro ad incrociare che si infila nell’angolino, battendo Burigana. Reagisce subito la formazione friulana che al 7’, su azione da calcio d’angolo, conclude alto sulla traversa con Fyda che, contrastato, non riesce ad indirizzare bene la sfera. Sul versante opposto, al 14’, una bella rovesciata sottoporta di D’Apollonia, forse viziata da fuorigioco, termina alta sulla traversa.
Passano ancora due minuti e la Manzanese pareggia: nel prosieguo di un’azione da calcio d’angolo segna Boscolo Papo, abile a liberarsi al limite ed a calciare trovando l’angolo buono. Al 20’ si rende nuovamente pericolosa la Manzanese, grazie ad un calcio di punizione di Casella dalla trequarti che trova in area piccola Nchama, neutralizzato da Trezza. Sei minuti dopo è il Campodarsego a rendersi insidioso in avanti con Akammadu, sulla cui conclusione acrobatica da centro area si oppone Burigana con una grande (ed istintiva) respinta; il pallone viene poi mandato in angolo da Bevilacqua.
Al 35’ viene ammonito Zupperdoni, falloso nel fermare a centrocampo una ripartenza di D’Appolonia; dagli spalti si sentono le grida “ultimo uomo”, che chiedono l’esagerata espulsione del terzino manzanese. Passano ancora due minuti e la formazione di mister Vecchiato effettua il sorpasso grazie ad un gran gol di Moras, che aggancia il pallone in area, si gira, e batte Trezza in uscita. Ancora vicini al gol, al 43’, gli undici del presidente Fabbro quando, su un cross dalla sinistra, Nchama incoccia di testa il pallone, che finisce sul fondo di un soffio. Il primo tempo termina quindi con il vantaggio per 2-1 della formazione seconda in classifica.
La ripresa vede subito il Campodarsego in avanti. Al 2’ un buon calcio di punizione di Busetto termina nettamente sul fondo e al 10’ una punizione di Petrilli dai venticinque metri viene deviata in corner da Casella, che rischia l’autorete. La gara viene controllata bene dalla Manzanese, che agisce con ripartenze sui vani tentativi dei padroni di casa. Al 31’, su un cross dal fondo di Petrilli, Burigana esce alto al limite dell’area piccola.
Si esauriscono le velleità di recupero dei veneti che, due minuti dopo, capitolano per la terza volta; su calcio di punizione di Moras dalla destra si impone di testa Fyda, che sigla un gran gol che vale il 3-1.
Nel recupero, al 47’, l’ennesima punizione di Moras, calciata dalla fascia sinistra, colpisce la traversa e termina sul fondo; un minuto dopo, su cross del solito Moras (autore di una partita di livello superiore), il difensore Annoni colpisce di mano in area. Per l’arbitro, che espelle Annoni per proteste, è calcio di rigore, che Casella trasforma in sicurezza per il 4-1 finale.
 
Andrea Citran
 
Nella foto (Antonio Elia), Marco Moras.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 28/02/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,07453 secondi