Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


UDINESE - Sassuolo da bloccare. E Gotti sa come si fa

Domani (ore 18) al “Friuli Dacia Arena” un match dai tanti risvolti. Ma i bianconeri, che hanno sempre messo in difficoltà la squadra di De Zerbi, vogliono riprendersi i punti “lasciati” a Milano. Il mister bianconero: “Dobbiamo essere forti a livello mentale. Siamo stanchi, ci saranno cambi”. E Pinzi sdrammatizza il fallo di mano di Stryger Larsen

Terza gara nel giro di sei giorni. Il campionato chiama agli straordinari ed a rispondere è un ’Udinese rabberciata: all’appello (nonostante Gotti abbia precettato tutta la rosa, indisponibili compresi) manca gente importante e, in vista di un match delicato - per delineare gli scenari futuri - come quello con il Sassuolo (domani sera, alle 18, alFriuli Dacia Arena”), formazione dalle grandi potenzialità e dal gol facile, non è una buona base di partenza. Samir, Deulofeu, Okaka e Forestieri (senza scordare i lungodegenti Jajalo e Pussetto) sono uomini che avrebbero fatto tanto comodo, anche in un ottica di doverosa rotazione delle risorse, ma piangersi addosso non serve. Bisogna anzi continuare a spremere punti, perchè la zona sinistra della classifica è ritornata decisamente a tiro. Da ricordare che l’Udinese edizione Gotti ha un ruolino niente male con i neroverdi di De Zerbi: due successi, un pareggio e nemmeno una rete subita…

GOTTI. “Una delle qualità di una squadra di livello è quella di essere forte a livello mentale, indipendentemente dagli episodi - recita il mister bianconero - quello che è capitato al “Meazza” non si cambia più e, quindi, cerchiamo di metterci tutta la forza mentale possibile per affrontare al meglio il futuro”. Stryger Larsen, però, al termine del match sembrava distrutto…”Non ci ho parlato, in casi come questi è superfluo. E’ stato invece molto bello il gesto di Pinzi che, alla ripresa degli allenamenti, ha cercato di sdrammatizzare, porgendogli un pallone e invitandolo a palleggiare come a pallavolo…” Due giorni soltanto per preparare questa gara. “Non siamo in molti, la stanchezza c’è e si fa sentire. Avremo bisogno di tutte le forze possibili a disposizione. E credo ci sarà qualche cambio.” I singoli a rischio? “Rivedremo Samir soltanto dopo la sosta, mentre Forestieri ha svolto due allenamenti dopo due mesi di stop: cercherò, quindi, di non schierarlo. Becao ha invece riportato una frattura scomposta alle ossa nasali, ma ha dato la sua disponibilità.” Che gara è lecito attendersi? “Il Sassuolo cerca il dominio della gara e segna sempre molto. Sarà un match simile all’andata, ma non cosi uguale perché una cosa è affrontarlo con attaccanti rapidi come Lasagna e Pussetto e un’altra con punte di caratteristiche diverse. Anche noi dovremo, perciò, modificare qualcosa.”

I CONVOCATI. Portieri: Musso, Scuffet, Gasaparini. Difensori: Samir, Ouwejan, Bonifazi, Molina, Nuytinck, Stryger Larsen, Becao, De Maio, Zeegelaar. Centrocampisti: Makengo, De Paul, Arslan, Walace, Micin, Pereyra. Attaccanti: Okaka, Llorente, Nestorovski, Deulofeu, Braaf, Forestieri.

ARBITRO. La gara sarà diretta da Lorenzo Maggioni della sezione di Lecco, alla sua prima presenza stagionale in serie A e all’ “esordio” con i friulani. Assistenti: Paganessi e Grossi, quarto uomo Pasqua. Var: Manganiello, Avar: Galetto. (r.z.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 05/03/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,09066 secondi