Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


ECCELLENZA - Ipotesi playoff e modifica al protocollo

Sono le principali proposte del Comitato regionale veneto alle società che il 18 aprile riprendono a giocare. Qualche perplessità sul coinvolgimento della prima classificata agli extra-season. Con cinque positivi anzichè tre si potrebbe rinviare la gara

Si avvicina la fatidica data di partenza del mini campionato di Eccellenza, con le due compagini regionali, Pro Gorizia e San Luigi nel girone B veneto, prevista per domenica 18 aprile. Nel frattempo il Comitato regionale Veneto presieduto da Giuseppe Ruzza ha svolto un’assemblea da remoto con tutte le società partecipanti (di entrambi i gironi) con all’ordine del giorno eventuali play-off e una modifica del protocollo per il numero massimo dei positivi per poter rinviare una partita.

Sulla questione play-off la proposta di svolgerli tra la prima, seconda, terza e quarta classificata troverebbe d’accordo le società, ma non tutte sull’ammettere la prima, che invece verrebbo direttamente promossa in serie D. I play-off servirebbero, in questo caso, per determinare la seconda classificata per gli eventuali ripescaggi. Ma non ce ne saranno molti giacchè la Lnd avrebbe previsto, non è ancora ufficiale, una riduzione del numero delle retrocessioni, due o tre e non più quattro, in base alla composizione del girone.

Per quanto riguarda il protocollo, la proposta è di aumentare a cinque il numero minmo di giocatori positivi prima di poter chiedere il rinvio della gara. Non tutte le società sarebbero convinte poiché c’è la possibilità che possano essere indisponibili tanti fuoriquota e dover attingere ad altri magari non ancora svezzati.

Inoltre il Comitato Veneto ha chiesto l’autorizzazione urgente alla Lnd allo svolgimento delle amichevoli, poiché il ritmo partita manca ormai da quasi sei mesi e riprendere direttamente il campionato, con alcune squadre ad aver acquisito nuovi giocatori, non è semplicissimo come pensano a Roma.   

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 04/04/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,08112 secondi