Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


SERIE D - Nodo attacco per il Cjarlins. Manzanese, occhio al tridente

Sfida al Caldiero senza Bussi e con Spetic in panchina almeno in avvio. Il Delta può far male grazie alla classe e alla fantasia di Cicarevic, Barone e Raimondi. Chions ad Adria per ritrovare la via del gol e rilanciare la rincorsa alla salvezza

Con un reparto offensivo inedito il Cjarlins Muzane cercherà questo pomeriggio (fischio d'inizio alle ore 15, diretta sulla pagina facebook) di provare a espugnare il Mario Berti di Caldiero Terme e, comunque, di tenere aperta la striscia positiva contro una tra le formazioni più in fiducia del campionato, per altro priva di alcuni elementi, in primis il capocannoniere Zerbato. Ma anche Princivalli sarà privo del suo uomo più prolifico, Massimo Bussi, e ha scelto di tenere in panchina, almeno in avvio, Luka Spetic. Il Cjarlins Muzane inizierà il match con Moro tra i pali, difesa formata da Ndoj, Gigli, Tobanelli e De Agostini, centrocampo imperniato su Longato, Beltrame e Buratto, mentre Forestan e Tonelli sosterranno Butti. In panchina si accomoderanno Asquini, Zuliani, Spetic, Tonizzo, Sautto, Pucci, Radujko, Palmegiano e Volas.

Domani toccherà a Manzanese e Chions affrontare la il confronto con le squadre della provincia di Rovigo, ossia Delta (atteso nella capitale della sedia) e Adriese. Il Delta che ha superato mercoledì il Chions è complesso che fa affrontato con determinazione e grande concentrazione: i biancazzurri ora allenati da Enrico Gherardi saranno privi del perno difensivo Mboup, ma proporranno il tridente delle meraviglie Cicarevic-Raimondi-Barone, difficile da fermare specie se potrà essere innescato negli spazi e di rimessa. Gli orange, per altro, dovranno fare a meno di Bevilacqua e, probabilmente, Calcagnotto

Alla seconda lunga trasferta in 4 giorni il Chions è atteso ad Adria con il solito imperativo: vincere! Ad attende al varco la combattiva squadra di Fabio Rossitto, chiamata in primis a ritrovare la via del gol smarrita da ben 5 turni, ci sarà un'Adriese reduce da due pareggi di fila (l'ultimo a Carlino), ma ancora priva, a meno di recuperi dell'ultimo minuto, del suo giocatore di maggior caratura tecnica, ossia Marangon. I granata, per altro, sono complesso assai temibile in ogni reparto, talché per superarli il Chions (out Consorti) dovrà disputare una prova di alto livello e di totale dedizione alla causa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 10/04/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,08411 secondi