Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


SERIE D - La Manzanese cade e si mangia le mani

Busetto nel finale permette al Delta di sbancare Manzano. Gli arancione sprecano troppo in zona gol e non riescono ad approfittare dello scivolone a Sedico del Trento

MANZANESE-DELTA PORTO TOLLE 0-1
Gol: 82’ Busetto

MANZANESE (4-3-1-2): Da Re; Duca, Dal Belllo, Calcagnotto (22’ Cecchin), Cestari (75’ Nicoloso); Zupperdoni (75’ Codromaz), Casella (79’ Boscolo), Nchama; Moras; Gnago, Fyda (Bradaschia) – All. Roberto Vecchiato.

DELTA PORTO TOLLE (4-4-2 ): Mascolo; Acquistapace, Moretti, Pilotto (90’ Pasquinelli), Bertacca; Episcopo, Cavallini, Abrefah (83’ Trajkovic), Cicarevic (67’ Busetto); Barone (85’ Pellielo), Raimondi (81’ Strada) – All. Enrico Gherardi.

Arbitro: Marco Marchioni sez. Rieti – Assistenti: Andrea Perali sez. Chiari, Renè Marrazzo sez. Bergamo.

Note - Espulso all'88’ Trajkovic. Ammoniti: Abrefah, Episcopo, Pilotto, Acquistapace, Cavallini, Gnago, Nicoloso, Nchama. Calci d’angolo 8-2 - Recupero: 1t. 2’ – 2t. 5’.

Bruciante sconfitta per la Manzanese, che tra le mura amiche si vede superata da un Porto Tolle coriaceo, a tratti rude, che però alla fine ha avuto la meglio sulla squadra di casa apparsa piuttosto appannata in fase conclusiva. Rimane il grosso rammarico di non essere riusciti a passare all’incasso dei tre punti, vista la contemporanea sconfitta del Trento. Il gol vittoria è stato firmato da Busetto, entrato nella ripresa, con un gran colpo di testa che infila Da Re quando mancano una manciata di minuti alla fine.
Al 4’ è il tiro di Raimondi ad aprire le ostilità, il destro a giro alto finisce sopra la traversa. Faticano i padroni di casa ad assumere il comando delle operazioni, latita la consueta fluidità di manovra della squadra di Vecchiato, e pertanto bisogna attendere lo scoccare del 15’ per il primo tiro verso la porta: Zupperdoni cerca fortuna dai venticinque metri, con la palla che sorvola centralmente la traversa.
Al minuto 22’ la Manzanese è costretta ad effettuare il primo cambio, esce dolorante Calcagnotto, in campo Cecchini collocato da Vecchiato al centro della difesa a fare coppia con Felipe, spostato sul centro-destra. Fiammata improvvisa degli orange, che nel giro di un paio di minuti costruiscono due ottime occasioni con Fyda, sulla prima al 27’ Mascolo si distende in tuffo salvandosi in angolo, un minuto dopo serve un gran riflesso del portiere ospite per alzare la palla in corner, sulla torsione di testa dell’attaccante polacco, che era riuscito ad indirizzare la sfera sotto la traversa.
Spreca la Manzanese una colossale occasione al minuto 35, Gnago serve per Fyda che arriva a rimorchio con il passo lungo e manca clamorosamente la conclusione vincente a due metri dalla porta. Cresce la Manzanese che prova a mettere alle corde la squadra ospite, ma manca di precisione; al 38’ ottimo lo spunto di Gnago che poi cicca clamorosamente la conclusione con il sinistro. Diventano troppi gli errori sotto porta per la Manzanese, che al 40’ rischia grosso. Raimondi elude la guardia di Felipe, liberandosi per facile tiro in porta, chirurgico quanto risolutore l’intervento di Cecchini, che disinnesca l’azione più pericolosa del Porto Tolle in corner. Due minuti di recupero e squadre che agli ordini del signor Marchioni fanno rientro negli spogliatoi con il risultato fermo sullo 0-0.
Finisce alta sopra la traversa la conclusione al 1’ della ripresa di Nchama. Al quarto d’ora ottima iniziativa di Gnago che si incunea in area, perfetto lo scarico per Moras che apre il piatto mettendo incredibilmente alto sopra la traversa. Al 18’ Gnago si mette in proprio, conclusione mancina che chiama Mascolo alla respinta con i pugni. Prova a cambiare qualcosa Vecchiato ricorrendo al secondo slot di cambi, dentro Nicoloso per Cestari, mentre Codromaz rileva Zupperdoni. Tra sostituzioni e perdite di tempo si gioca poco, la squadra di Gherardi dà l’impressione di potersi accontentare del pari, impressione che dura fino all’82’ quando da un traversone dalla sinistra, svetta più in alto di tutti Busetto, entrato nella ripresa, perfetto l’impatto con la sfera e ospiti che si portano inaspettatamente in vantaggio.
Immediata la reazione degli orange che con Gnago hanno l’occasione per poter immediatamente rimettere il match in pari. Con i contagiri la verticalizzazione di Nchama per Gnago che a tu per tu con Mascolo, gli tira praticamente addosso. Allo scadere il signor Marchioni sanziona con un rosso l’intervento di gioco pericoloso di Trajkovic ai danni di Nchama, poi il tiro a giro di Moras fuori bersaglio e il fallo solare ai danni Gnago in piena area di rigore risultano le ultime due emozioni di una partita che sorride al Delta, mentre le Manzanese non riesce ad approfittare della sconfitta del Trento, che le avrebbe consentito di accorciare le distanze a soli 3 punti sulla diretta concorrente per la promozione.

Antonino De Blasi

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 11/04/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,08325 secondi