Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


LETTERA APERTA - Maserati: la Figc dia immediatamente risposte

L'importante dirigente pone alcuni doverosi quesiti alla Federazione affinchè si possa tornare a far calcio in maniera chiara e comprensibile a tutte le società: "In un momento del genere in cui il Covid ha peggiorato le condizioni economiche di tutte le società non abbiamo avuto ancora chiarimenti circa lo svincolo dei giovani calciatori, reso effettivo dall'approvazione della riforma Spadafora. Vogliamo rispettare le regole ma perchè ci dobbiamo rimettere così tanto?"

Alessandro Maserati esprime il suo dissenso e la sua richiesta di chiarimenti, rivolta agli uffici della Figc a Roma. Il noto dirigente sportivo chiede spiegazioni chiare e comprensibili su come affrontare il calcio, in quello che speriamo possa essere il vicino periodo post-Covid, alla luce dell'approvazione della riforma Spadafora che rende effettivo, tra i vari punti, lo svincolo dei giovani calciatori, fattore che creerebbe un enorme perdita economica per le società dilettantistiche, già ridotte allo stremo dal blocco del calcio per due anni:

"E' un momento estremamente difficile per tutti e le ripercussioni che sta avendo il Covid sulla salute di molti e sulla vita di tutti è di dominio pubblico. Nel calcio c'è una situazione davvero strana ed incomprensibile: ci sono mille progetti in piedi, le società che fra un mese dovranno organizzare la prossima stagione ed intanto un anno in sospeso con la situazione economica ed i bilanci ancora da definire, gli svincoli che a quanto si dice dal luglio 2022 saranno effettivi e quindi ci chiediamo tutti cosa aspetta la Figc a darci delle direttive. Dobbiamo prelevare i giovani da società come Ancona e Donatello per sostenerle, come abbiamo sempre fatto in questi anni, dobbiamo prenderli solo in prestito o aspettare che si svincolino e nessuno beneficerà di questo trasferimento? Questi giocatori sono costati alle società d'appartenenza che li hanno cresciuti saranno tutti liberi senza indennizzi? Cosa aspettano a darci delucidazioni? Hanno approvato una legge senza spiegarci cosa succede che è la cosa fondamentale. Si prendono giovani dagli Allievi per farli crescere e dar loro un futuro, ma alla fine dei conti per quale motivo si è lavorato? Tutto ciò in un momento in cui non ci sono sponsor, il Covid ha peggiorato ancor di più la situazione economica e non sappiamo come affrontarla. Stanno programmando di continuare a far calcio ma non si sa a quali condizioni. Fino a poco tempo fa eravamo solo dilettanti, una definizione che dice tante cose, ora siamo amatori. Spero sia uno scherzo, vorrei che si diano risposte a tutti i presidenti che aspettano risposte precise per sapere come continuare a lavorare. Lo scorso anno il Rive d'Arcano Flaibano ha investito circa 25.000€ su giovani giocatori che a breve saranno svincolati e liberi di accasarsi altrove. Perchè dovremmo rimetterci così tanto? Perchè non ci dite cosa succederà e come tesserare le nuove leve dopo l'attuazione di questa riforma? E' una situazione che ci affligge e ci mette in seria difficoltà. C'è una tristezza collettiva data dallo smarrimento, l'importante è che si diano delle regole chiare a tutti affinchè si possa rispettarle".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 13/04/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,07379 secondi