Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

PRIMAVERA - Non basta Destito: Pordenone ko di misura

A Cremona, nel recupero della decima giornata, neroverdi infilati due volte nel primo tempo. Nella ripresa dimezzano lo svantaggio ma tornano a casa a bocca asciutta

CREMONESE - PORDENONE 2-1
Gol: 29' Acella (C), 45' Bernasconi (C), 65' Destito (P)

CREMONESE: De Bono, Regazzetti, Battini, Acella, Scaringi, Bernasconi, Niang, Schirone, Lauciello, Ghisolfi, Roncalli. A disp.: Scarduzio, Ballarini, Arpini, Agazzi, Berto, Rancati, Basso Ricci, Grechi, Odalo, Bellandi, Valtulini, Bia. All. Pavesi

PORDENONE: Masut, Del Savio (39' Zanotel), Cocetta (46' Ballan), Morandini, Maset, Ristic, Baldassar (25' Iacovoni), Cucchuisi, Turchetto, Destito, Carli. A disp.: Giordano, Munzone, Feruglio, Truant, Lazri, Iacovini. All. Lombardi

ARBITRO: Longo di Cuneo.

Niente da fare per il Pordenone sconfitto per 2-1 dalla Cremonese nel recupero della decima giornata del Girone A di Primavera. La formazione friulana affidata a Stefano Lombardi disputa una gara generosa, ma non riesce ad arginare, soprattutto nella prima frazione di gioco la veemenza dei grigiorossi di casa.
Alla mezzora è Acella a portare avanti i padroni di casa, il gol del solito numero 4 che trascina la sua squadra partita dopo partita. Allo scadere della prima frazione è Bernasconi a trovare la rete del doppio vantaggio. Squadre all'intervallo con il Pordenone comunque in partita nonostante il passivo.
Nella ripresa l’undici neroverde si getta in avanti e al 65' accorcia le distanze con Destito. La partita però termina senza altri sussulti e la Cremonese trova tre punti importanti per accorciare in classifica e proseguire la sua corsa verso la vetta.

Gianpaolo Leonardi


Print Friendly and PDF
  Scritto da Gianpaolo Leonardi il 14/04/2021
Tempo esecuzione pagina: 0,07750 secondi