Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


TAVAGNACCO - A Verona per rialzare la testa

Domani la compagine di mister Orlando alle 15 sfiderà il Chievo, un avversario in lotta per la salvezza.Gara dura, per fare risultato servirà anche la rabbia accumulata per gli ultimi risultati

Domenica alle 15 a Verona contro il Chievo, il Tavagnacco proverà a rialzare la testa. Dopo il rammarico per il pari subito nei minuti di recupero contro il Cittadella, la squadra promette battaglia. Bisognerà approcciare al meglio la gara da un punto di vista mentale, mettersi nell’ordine di idee che si affronterà un avversario che si gioca la permanenza nella categoria. Difficile inquadrare questo Chievo, un team che si trova in una posizione di classifica complicata, ma che nella partita di andata aveva lasciato una buona impressione a livello di gioco espresso. La squadra clivense aveva vinto in Friuli 3-2 sfruttando due palle inattive e resistendo in inferiorità numerica nel finale. La trequartista Boni fece una grande partita, le ragazze sono avvisate, domenica sarà lei il pericolo numero uno. Il Tavagnacco dovrà mettere in campo quella rabbia causata dagli ultimi risultati, nelle gare in cui si è raccolto meno di quanto seminato. L’ultima vittoria risale al 28 febbraio scorso (2-0 contro l’Orobica); nelle ultime settimane sono venuti meno i punti, ma a onor del vero la squadra ha sempre fornito buone prestazioni. In questa stagione le friulane sono riuscite a esprimersi meglio in trasferta piuttosto che fra le mura amiche. Questo è un aspetto che fa ben sperare per la gara di questo weekend.

La voglia di riscatto sarà presente anche tra le fila del Chievo Verona, reduce dalla sconfitta per 5-0 subita dalla Lazio. Mister Chiara Orlando (foto) è consapevole di andare incontro a un match scomodo. “Tutte le partite sono difficili e questa non fa eccezione. In questo momento tutti stanno lottando per un obiettivo, la classifica è cortissima. Bisogna stare sempre attente a ogni sfida”, le parole dell’allenatrice gialloblù.

Si dovrà imparare a gestire meglio le varie fasi della partita, un aspetto su cui una squadra poco esperta è normale faccia fatica. La voglia di tornare subito in campo e mettere sul terreno di gioco la rabbia per gli ultimi risultati è stata espressa in settimana anche dalle parole di Federica Veritti.
Per Verona stringerà i denti Caneo, uscita anzitempo lo scorso fine settimana a causa di un problema fisico in seguito a uno scontro di gioco. Toomey torna a disposizione dopo la squalifica mentre non c’è possibilità di rivedere in campo Milan ancora alle prese con un problema al ginocchio. Alessia Tuttino è tornata ad allenarsi con le compagne (e già questa è una buona notizia), ma il recupero è ancora lontano, ci vuole prudenza. Ciò che conta, sarà scendere in campo con l’atteggiamento giusto per rialzare la testa.


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 17/04/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,09922 secondi