Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


SERIE B FEMM. - Cade ancora il Tavagnacco

Gialloblù sconfitte dal Chievo a Verona 3-1. In vantaggio con Ferin, subisce il pari pochi minuti dopo e il sorpasso veronese nella ripresa

CHIEVO VERONA-TAVAGNACCO 3-1
Gol: 20’ Ferin, 26’ Salaorni, nella ripresa 2’ Peretti, 18’ Boni.

CHIEVO VERONA: Galloni, Mele, Tunoaia, Salaorni, Pecchini, Salimbeni (33’ st Dallagiacoma), Distefano (7’ st Prost), Tardini, Boni, Peretti, Gelmetti (44’ st Martani). Allenatore: Salgarollo. A disposizione: Pilato, Carleschi, Mascanzoni, Zanoni, Botti, Bertolotti.

TAVAGNACCO: Beretta, Toomey, Martinelli (27’ st Pozzecco), Veritti, Donda, Grosso, Caneo, Zuliani (44’ st Mariani), Devoto (27’ st Tuttino), Ferin, Kongouli (14’ st Abouziane). Allenatrice: Orlando. A disposizione: Variola, Di Blas, Stella, Liuzzi, Gianesin.

ARBITRO: Diop (sezione Treviglio), Assistenti: Consonni e Minieri (sezione Treviglio).

NOTE - Ammonite: Donda e Mele Recupero: 0’ e 4’.

E’ la bestia nera del Tavagnacco questo Chievo che dopo i tre gol della partita di andata, ne rifila altri tre al ritorno. Sconfitta in rimonta per la squadra di Chiara Orlando che non riesce a frenare la serie di domeniche senza vittoria. Questa volta il ko arriva in rimonta dopo essere andate in vantaggio. Il periodo è buio ed esclusa la parte iniziale del primo tempo, le ragazze sono apparse sulle gambe e poco lucide. Eppure, le cose erano iniziate bene.
Bastano 50 secondi alle friulane per farsi pericolose con una accelerazione di Ferin che crossa in mezzo trovando la respinta della difesa locale col pallone che capita sui piedi di Caneo che calcia centrale. Un minuto più tardi sulla corsia di sinistra, Kongouli si destreggia bene e tira, ma la sfera termina fuori di pochissimo. L’approccio alla gara è quello giusto, tuttavia le veronesi pressano molto in mezzo al campo e non lasciano il tempo di ragionare alle mediane gialloblù. Al 12’ pericoloso il Tavagnacco con un retropassaggio sbagliato di Boni che innesca Devoto, la cui botta con il destro viene respinta da Galloni. In contropiede le friulane vanno ancora vicine al bersaglio con Toomey che si invola sulla fascia destra e calcia, respinge Galloni e Kongouli non trova la porta da pochi passi. Il primo squillo veronese arriva al 19’ quando Salimbeni ci prova da fuori, ma senza impensierire Beretta. Un minuto dopo Donda sulla sinistra riesce a saltare il portiere avversario in uscita e a crossare all’indietro per Ferin che di prima intenzione col mancino porta in vantaggio le ospiti: 0-1. Per la centravanti numero 17 si tratta del settimo gol stagionale. Quattro minuti dopo un calcio di punizione dal limite dell’area concesso dall’arbitro Diop viene eseguito magistralmente dal sinistro di Salaorni che mette la palla all’incrocio; 1-1. Dopo aver trovato il pari, il Chievo riesce a ostruire meglio le avanzate ospiti e va vicino al gol del sorpasso con Peretti il cui diagonale di destro finisce fuori. E’ l’ultimo sussulto di un bel primo tempo.

L’apertura di ripresa vede il vantaggio del Chievo. Su calcio d’angolo battuto da Boni, l’uscita di Beretta è incerta e Peretti in girata col destro mette la sfera sotto la traversa: 2-1. La risposta friulana arriva con Devoto che conclude alto da fuori area. Al 18’ della ripresa troppo passiva la difesa gialloblù che su una sponda di Gelmetti, lascia sola Boni concludere dal limite dell’area un destro imprendibile: 3-1. Tre tiri, tre reti: estremamente cinico il team veronese come nella partita di andata. I ritmi si abbassano con le ragazze di Chiara Orlando che faticano a creare presupposti da gol fino alla mezz’ora. La traversa aiuta Galloni a respingere un colpo di testa di Ferin su angolo di Toomey. E’ sempre Ferin la più pericolosa anche cinque giri di lancette più tardi su traversone dalla trequarti di Donda con una incornata che si spegne a lato. Si fanno vedere anche le padrone di casa con un colpo di testa di Gelmetti, ma la mira questa volta è imprecisa. In contropiede il Chievo sciupa l’opportunità della quarta rete con Boni. L’unica buona notizia per il Tavagnacco è il ritorno in campo di Alessia Tuttino che fa il suo ingresso al 27’, un recupero importante nella speranza che la sua guarigione proceda al meglio. Questo Tavagnacco ha tanto bisogno di lei. Nel recupero contro Ravenna sabato prossimo servirà un’inversione di tendenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 18/04/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,07414 secondi