Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


SERIE B - Udine City, che ruggito! Ma Pittini saluta

I friulani si congedano con un ampio successo sullo Sporting Altamarca, vincitrice del campionato, chiudendo all’ottavo posto a quota 33. Segnano Martinez (doppietta), Della Bianca e Turolo. E nel dopo partita il “boss” annuncia la fine di un ciclo

UDINE CITY - SPORTING ALTAMARCA   4 - 1
Gol:
2’06”pt (rigore) e 3’51”st Martinez, 17’37”pt El Johari, 19’02”pt Della Bianca, 6’48”st Turolo

UDINE CITY: Agrizzi, Della Bianca, Chtioui, Zanuttini, Martinez, Turolo, Goranovic, Sironi, Ljuskic, Barile, Fabbro, Verdicchio. Allenatore: Tita Pittini.

SPORTING ALTAMARCA: Mattiola, Ouddach, Murador,  De Paoli, Malosso, Coppe, Ait Cheik, Rossetto,  Bon, Rosso, El Johari, Casarin.  Allenatore: Flores Pablo Miranda.

ARBITRO 1: Agosta di Rovigo. Arbitro 2: Kreso di Trieste. Cronometrista: Battista di Gradisca d’Isonzo.

NOTE: gara a porte chiuse. Espulso: Rosso al 2’06”pt. Ammoniti: El Johari, Sironi, Chtioui. Infortunio a Casarin. Tiri Liberi:  0/0, 0/0.

MANZANO. Con un ultimo guizzo l’Udine City abbatte la capolista (già promossa in A2) Sporting Altamarca, scolpisce il definitivo, ottavo posto in classifica chiudendo a quota 33 e regalandosi una epilogo di stagione con i fiocchi. Al tempo stesso, però, un velo di tristezza ammanta l’ambiente friulano: al termine del match, infatti, Tita Pittini conferma la sua intenzione di disimpegnarsi. Termina, dunque, un ciclo: e gli ultimi tre campionati (uno di C - con relativa promozione - e due di B), Covid o non Covid, si sono rivelati davvero gonfi di risultati ed emozioni. Restando all’attualità, è onesto affermare che l’Altamarca non si è presentata a Manzano con tutte le prime scelte - Halimi e Baron su tutti - una strategia dettata dagli impegni che verranno: il prossimo week end, infatti, i trevigiani disputeranno le Final Eight di Coppa Italia. Ma è altrettanto doveroso sottolineare il furore e l’atteggiamento della banda Pittini (peraltro orfano di Barile, Fabbro e Tomasino), vogliosa di salutare il torneo più irregolare di sempre con una prestazione degna di nota.

Il primo crocevia della gara dopo soli 2’: all’epilogo di un’azione confusa, Rosso commette fallo di mano accidentale sulla linea di porta, guadagnandosi un rosso e una doccia molto, molto anticipata. E’ rigore, che Martinez trasforma. L’Altamarca reagisce subito e De Paoli colpisce la traversa. Nell’altra metà campo, invece, Sironi cestina un delizioso invito dello stesso, indemoniato Martinez mentre Agrizzi, reattivo e abile nelle “letture”, deve respingere una conclusione di El Johari. Che però si riscatta a stretto giro di posta con un agevole tap in da pochi passi. L’Udine City non si scompone e Ljuskic assiste Della Bianca con il giusto timing: il capitano fa i resto, aggirando il portiere e depositando nella porta incustodita. Nella ripresa i padroni di casa sprecano due solari occasioni per prendere il largo: Chtioui e Turolo non hanno infatti la giusta freddezza per giustiziare Mattiola. Si risveglia intanto l’Altamarca e Coppe impegna Agrizzi. Martinez corona invece il suo “grasso” pomeriggio da leoncino con un abile tocco: doppietta e 3 - 1. Poi Turolo, di destro e da posizione impossibile (ma anche Mattiola ha le sue colpe) cala il poker. Il portiere di movimento adottato infine dei veneti è un lento e prevedibile giro palla e l’Udine City non rischia praticamente più nulla. Morale della favola: tutto è bene quel che finisce bene, ma il futuro resta da indovinare.

https://i.imgur.com/dJPVTxd.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 24/04/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,08969 secondi