Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Trieste


ECCELLENZA - Ciclone Sandonà. Il San Luigi in 10 capitola

La squadra veneziana si impone a Trieste con un roboante 5-1 che la qualifica come la più seria candidata al salto in serie D. I biancoverdi giuliani partono forte, ma poi evidenziano delle lacune soprattutto in fase difensiva. L'espulsione di Mazzolini al 36' rende proibitivo il tentativo di rimonta di Ciriello e compagni

SAN LUIGI - SANDONA' 1-5
Gol: 20' Mangieri, 43' Ferrazzo, 46' Pluchino, 51' Zetto, 62' e 87' Scarpi

SAN LUIGI: Zitani, Ianezic (58' Berisha), Crosato, Giovannini (68' Zacchigna), Male, Zetto (56' Abdulai), Bertoni (76' Cassarà), Cottiga (80' Cottiga), Ciriello, Grujic, Mazzoleni. A disposizione di Ravalico: De Mattia, Falleti, Angotti, De Panfilis.

SANDONA': Fabbian (27' Done), Donadello, Ferrazzo (78' Granziera), Fortunato, Janneo, Zane, Chitolina-Pradebon, Bressan (55' Beu), Pluchino (46' Scarpi), Mangieri. Allenatore: Migliorini.

ARBITRO: Stefano Re Depaolini (Legnano). ASSISTENTI: Piero Mansutti (Basso Friuli), Matteo Cristin (Basso Friuli).

NOTE - Espulso al 36' Mazzoleni per somma di ammonizioni. Ammoniti: Donadello, Grujic, Chitolina-Pradebon. Angoli: 4-6. Recupero: 3' e 0'.

Trieste. Niente da fare per il San Luigi che, all'esordio in casa e dopo il 2-2 di Gorizia, va duramente a sbattere contro un Sandonà che viaggia a punteggio pieno e con il vento nelle vele. Pesante il risultato finale del match: 1-5 per i biancocelesti veneziani, che soffrono nei primi 10' la velocità e gli assalti della formazione di Ravalico, ma con il procedere del match si dimostrano solidi, completi in ogni reparto e micidiali. A rendere proibitiva la gara per la compagine giulana provvedono poi alcune decisioni arbitrali costate care ai biancoverdi: in primis l'espulsione per doppia ammonizione di Mazzolini al 36' del primo tempo. Ma con un passivo del genere non è certo possibile contestare i meriti della squadra ospite, che sullo splendido sintetico di Via Felluga ha posto in maniera nitida e forte la sua candidatura al salto in serie D. 
Parte con slancio e vivacità il San Luigi, che si rende pericoloso in particolare con Ciriello: il bomber ci prova di testa e calciando in porta, Fabbian però chiude lo specchio. Il portiere del Sandonà, vittima di tre scontri di gioco, a metà del tempo deve essere sostituito da Done, un 2003 come è 2003 pure l'ottimo Zitani
Comincia presto a scricchiolare in difesa la formazione di casa ed è il mobile De Vido a chiamare Zitani all'intervento. Al 17' un lungo rinvio dell'estremo difensore del San Luigi viene addomesticato in area da Ciriello, che in acrobazia sfiora la segnatura. 
Spezza l'equilibrio al 20' il Sandonà: De Vido si libera e calcia in porta, Zitani respinge, irrompe Mangieri che non perdona. Chiedono un paio di volte il calcio di rigore i biancocelesti, Re Depaolini non fa una piega, continuando a dirigere all'inglese. In vantaggio, gli ospiti azionano il contropiede in maniera efficace e continua: al 24' Mangieri libera Ferrazzo che colpisce il palo. 
Rimasto in 10 il San Luigi non si arrende, Grujic e Ciriello provano a colpire, ma nel finale di tempo la sfida si decide: prima dell'intervallo, infatti, vanno a bersaglio Ferrazzo (tap-in dopo il palo di Fortunato) e, su assist di De Vido, Pluchino, mettendo sostanzialmente al sicuro la vittoria. 
Nella ripresa la squadra di Ravalico non si dà per vinta, tanto più dopo essere riuscita ad accorciare le distanze con Massimiliano Zetto. Ma la rimonta è solo un'illusione ed è Zitani a risultare il portiere maggiormente impegnato. Al 62' Scarpi riporta a 3 le reti di distanza sugli sviluppi di un calcio d'angolo; e ancora Scarpi nell'ultimo spicchio di match cala il pokerissimo e si regala, lui entrato in avvio di ripresa, la doppietta personale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 25/04/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,07144 secondi