Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


PRO GORIZIA - Valdiserra: «Sconfitta difficile da digerire»

Il diesse biancazzurro vede il bicchiere mezzo pieno: «Abbiamo tenuto testa ad un’ottima squadra». E sul futuro ha le idee ben chiare: «Adesso non siamo ripartiti per puntare alla vittoria del campionato. Il programma prevede di arrivarci entro un paio d’anni». Infortunio a Cocolet alla mano sinistra

Brucia ancora la sconfitta subita al fotofinish dalla Pro Gorizia in quel di Castelfranco Veneto con il Giorgione per come è maturata, all’ultimo minuto su calcio di rigore.
Deve ancora smaltire la delusione il direttore sportivo dei biancazzurri Maurizio Valdiserra; «C’è ancora amarezza, non è facile per me e per il gruppo digerire una sconfitta che riteniamo immeritata. Abbiamo tenuto testa ad un’ottima squadra, siamo stati ingenui negli ultimi venti secondi della partita lasciando entrare in area un avversario e si sa che lì tutto può succedere. Ed è successo l’imponderabile: un fallo da rigore che ci sta».

Il diesse poi analizza questo primo impatto con la nuova mini Eccellenza: «Stiamo affrontando questo campionato con spirito positivo, abbiamo inserito otto nuovi giocatori, di cui 6 fuoriquota, sostituendo così cinque nostri calciatori che hanno deciso, con la condivisione della società, di non proseguire in questa stagione. Siamo una squadra giovane proiettata alla stagione prossima. Se ci capiteranno le occasioni adesso ben vengano, ma non siamo partiti per puntare alla vittoria. Il programma stilato in estate prevede di arrivare al primo posto in classifica entro un paio d’anni. Questo di adesso è un primo passo per maturare e capire fin dove possiamo arrivare».

Intanto c’è da registrare la tegola dell’infortunio occorso a Cocolet: «Purtroppo non è molto fortunato il ragazzo. Stava raggiungendo la miglior condizione ad un anno dall’operazione al crociato e in allenamento, cadendo e cercando di ammortizzare la caduta, si è fratturato un dito della mano sinistra ed è fuori gioco per 3-4 settimane. Peccato".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 27/04/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,07594 secondi