Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Trieste


ECCELLENZA - Un turno a Mazzoleni. Quel "rosso" è duro da digerire

La contestata espulsione del giovane attaccante del San Luigi è risultata un episodio chiave nel rovescio interno patito contro il Sandonà (1-5). Domenica a Motta di Livenza i biancoverdi di Ravalico affronteranno la prova della verità...

Il Giudice sportivo ha inflitto ad Andrea Mazzoleni, giovane (classe 2001) e interessante attaccante del San Luigi, il previsto turno di squalifica scattato per l'espulsione subita domenica dal calciatore biancoverde durante l'incontro con il Sandonà. Un incontro che ha lasciato il segno nel morale della squadra di Ravalico, travolta 5-1, per giunta in casa, dalla formazione veneziana, costruita con grande abilità dal ds Maurizio Costantini. Tuttavia, il rotondo risultato della sfida, valida per la seconda giornata del campionato di Eccellenza, girone B, è stato prodotto anche e in buona parte proprio dall'espulsione di cui sopra, difficile da digerire visto che il fallo che ha generato la decisione arbitrale (la seconda ammonizione rifilata a Mazzolini al 38' del primo tempo) pare proprio essere stato compiuto - lo attestano le immagini filmate del match - da Matteo Ianezic e non da Mazzoleni. Fino a quel momento la compagine giulana aveva tenuto bene il campo e, pur andata sotto di un gol, aveva a sua volta sfiorato in diverse occasioni la marcatura.
Ormai, tuttavia, è inutile rimuginare su un episodio controverso e sfortunato, e su una battuta d'arresto indubbiamente cocente: domenica il San Luigi sarà atteso dalla trasferta a Motta di Livenza e dal confronto con una Liventina la quale è anch'essa reduce da un ko. Sarà perciò, quella in arrivo, la partita della verità per entrambe le formazioni, candidate a dare l'assalto alla promozione in serie D. Con 7 turni ancora da disputare non c'è più spazio per concedersi ulteriori passi falsi.


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 28/04/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,07869 secondi