Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


UDINESE - Torna Scuffet. Per "sfidare" Ronaldo

Domani sera (ore 18) al “Friuli Dacia Arena” arriva la Juventus del discusso mister Pirlo, che (senza Chiesa) si gioca una bella fetta di Champions League. Friulani tranquilli, anche se con pochissime alternative davanti. Gotti: “Difendere bene e con aggressività. Simone? Ha la stima di tutti”

L’Udinese, virtualmente salva, per divertirsi e cogliere, magari, uno scalpo importante (nessun successo, sinora, con le prime cinque). La Juventus - scossa dalle vicende societarie e angustiata dai risultati che non soddisfano - per rimanere agganciata al treno Champions League (il Milan, battendo 2 - 0 un Benevento sempre più inguaiato, è intanto risalito al secondo posto). Questo il succo della sfida di domani pomeriggio (ore 18) al “Friuli Dacia Arena” tra bianconeri friulani e sabaudi, valida per la quintultima della serie A. Un confronto tutto da vivere, che segnerà il ritorno tra i pali del gigante di Remanzacco Simone Scuffet, particolarmente stimolato dalla sfida con Cristiano Ronaldo, a digiuno (inusuale per lui) da tre settimane. L’Udinese si presenta, inoltre, al confronto con i campioni uscenti (che hanno tenuto comunque a casa Chiesa, mentre Morata partirà dalla panchina) con l’attacco decimato: l’infortunio occorso a Braaf ha lasciato a Gotti, come uniche opzioni, Okaka e Forestieri. Llorente sarà infatti in panchina unicamente per incitare i compagni.

GOTTI. “Per pensare di portare a casa il risultato contro la Juventus bisognerà difendere bene e con aggressività in determinate zone del campo - ha detto il mister dei friulani - dovremo poi  provare a metterli in difficoltà con il nostro palleggio.” Lo scorso luglio riuscite a battere la squadra che proprio a Udine pensava di poter festeggiare il titolo…”Non abbiamo ricordato quella gara anche se si è trattato di un evento che ci ha dato grande soddisfazione. E che è stato un peccato non poter condividere con i nostri tifosi”.

L’infortunio a Braaf non ci voleva. “Ho provato l’identico dispiacere di quelli capitati agli altri. Ma ciò che è successo quest’anno supera ogni limite della casistica, soprattutto pensando a come avvengono gli incidenti. Facciamo fatica a spiegarci ciò che sta succedendo: si concentrano tutti nello stesso settore della rosa, l’attacco.” Che Juve si aspetta? “Non sarà certamente distratta, conosce perfettamente l’importanza dell’obbiettivo Champions League.” Portiere a parte, l’Udinese sarà quella di Benevento ? “Non lo so, coltiverò i miei dubbi fino all’ultimo.” Scuffet prenderà comunque il posto di Musso. “Simone non è un ragazzino e possiede l’esperienza per affrontare queste partite. Inoltre è integrato nel gruppo ed ha la fiducia di tutti.”

I CONVOCATI. Portieri: Scuffet, Gasparini, Piana. Difensori: Samir, Ouwejan, Bonifazi, Molina, Nuytinck, Stryger Larsen, Becao, De Maio, Zeegelaar. Centrocampisti: De Paul, Arslan, Walace, Micin, Pereyra, Makengo, Palumbo. Attaccanti: Okaka, Llorente, Forestieri. (r.z.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 01/05/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,06966 secondi