Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


ECCELLENZA - Franti: nessuna pressione, voliamo bassi...

Chiacchierata con il tecnico della Pro Gorizia il giorno dopo l'affermazione sulla Liventina: "Non siamo noi a dover vincere il campionato, pensiamo alla prossima partita e alla fine vedremo quanto siamo stati bravi". Mentre incombono le sfide con Sandonà e Portogruaro gli isontini hanno dato incoraggianti segnali sul piano della tenuta fisica e del carattere. Grion fermato da uno stiramento

Suona che è un piacere il telefonino di Fabio Franti: il timoniere della Pro Gorizia il giorno dopo la vittoria sulla Liventina è soddisfatto e, al tempo stesso, misurato, mentre l'entusiasmo dell'ambiente e della piazza potrebbe diventare febbre. Franti, dunque: "Sentiamo la pressione? No, la pressione devono semmai sentirla le squadre che sono state costruite per salire subito in serie D, noi preferiamo andare avanti vivendo alla giornata, di partita in partita, con entusiasmo ma anche serenità". 
Sa che le prossime due sfide saranno infuocate il tecnico biancazzurro: "Erano 5 le favorite del campionato. Abbiamo già affrontato Giorgione, Calvi e Liventina, ora ci attendono una dietro l'altra Sandonà e Portogruaro. Ogni avversaria ha caratteristiche diverse, nessuna gara può considerarsi scontata, basta vedere quello che ha combinato ieri la Robeganese con il Sandonà. Certo, con l'andare avanti del torneo le motivazioni potranno e dovranno fare la differenza, c'è chi sarà fuori dai giochi e chi ancora in corsa...". 
E' particolarmente soddisfatto, Franti, di come sta rispondendo sul piano della tenuta fisica la sua Pro: "Era una delle maggiori incognite del campionato e per ora sono molto contento della risposta dei ragazzi; non dimentichiamoci che formazioni come Giorgione e Sandonà si allenano di pomeriggio... Dobbiamo essere consapevoli che se cambieremo atteggiamento o caleremo sul piano dell'attenzione e della compattezza, qui si rischia di prendere l'imbarcata. Ogni partita, insomma, va preparata con cura, abnegazione e concentrazione, per poi poter dispiegare la domenica le nostre qualità". 
Ieri la Pro Gorizia ha fornito risposte importanti... "Abbiamo perso Catania in mattinata per un'infezione a un occhio e in avvio di match Grion ha prima fallito un rigore e poi è rimasto vittima di un infortunio. Ma i compagni di squadra hanno reagito nel modo migliore, senza contare che Raugna si è fatto trovare pronto e ha disputato un grande partita. Ho anche dovuto rischiare Gregoric che non è ancora in condizioni perfette, ma è andato tutto bene. Ripeto: voliamo bassi e poi alla fine vedremo quanto siamo stati bravi". 
In vista di domenica prossima, e della gara con la capolista Sandonà, Catania dovrebbe essere recuperato, mentre per Jacopo Grion, vittima di uno stiramento, si prospetta, purtroppo, uno stop di una decina di giorni se non di più. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

https://i.imgur.com/5FGopwQ.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 10/05/2021
 

Altri articoli dalla provincia...




MLADOST - Cossar confermato al timone

Ha già iniziato, seppur a piccoli passi, la preparazione per il prossimo campionato il Mladost. Così presto perché sono stati i calciatori stessi a chiedere di tornare sul campo a ...leggi
18/06/2021


PRO ROMANS - Stretta di mano con Kožuh

La Pro Romans Medea comunica di aver raggiunto l’accordo per ottenere le prestazioni sportive di Blaž Kožuh. Il centrocampista sloveno, classe ’89 lascia dopo quattro sta...leggi
17/06/2021













Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,07891 secondi