Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


MANZANESE - Fabbro: mai così in alto

Il presidente si “coccola” queste due stagioni condite da tanti successi e un terzo posto da matricola. «Ne siamo orgogliosi ma simao già proiettati al prossimo campionato. Vorremmo migliorarci, non è facile ma con le idee e la convinzione possiamo farcela. Il futuro del mister? Adesso è prematuro esporsi»

La Manzanese chiude in bellezza, da matricola, al terzo posto nel girone C di questo lungo campionato di serie D e mercoledì torna in campo per disputare la prima gara dei play-off ad eliminazione diretta, avversario l’Union Clodiense (due pareggi nella regular season). Può tirare il fiato il presidente Filippo Fabbro e trarne le conclusioni.
«Finalmente è terminato questo lunghissimo campionato, bello, impegnativo sotto tutti i punti di vista ma l’annata è storica per la società Manzanese per aver raggiunto il terzo posto, il punto sportivo più alto mai raggiunto da questo club e ne siamo molto onorati».
La gara si è conclusa con la vittoria sulla Luparense per 1-0 con gol di Moras, vice capo cannoniere del girone. «Credo Marco abbia disputato il miglior campionato della sua carriera, ne siamo molto contenti. La squadra ha evidenziato le sue capacità, con un paio di gol in più avrebbe anche vinto la speciale classifica però, credo, l’annata sia comunque importante per lui e per il gruppo».
Conquistata, l’anno scorso, la Coppa Italia di Eccellenza, la promozione in serie D e ora il terzo posto in graduatoria, per il presidente e per il glorioso sodalizio “orange” è un periodo niente male: «Certamente sono contento ma voglio sottolineare che ci sono altre persone al lavoro assieme a me, hanno dato molto a questa società. Sono state due stagioni sportive, seppur condizionate dal Covid, importanti, belle e se avessimo fatto più del terzo posto, sarebbe stato qualcosa di incredibile. Ci teniamo stretti questi risultati, ne siamo orgogliosi ma siamo già proiettati alla prossima stagione. Vogliamo migliorarci pur sapendo delle tante difficoltà, lottare in serie D al vertice, alle porte del professionismo, non è facile in questi momenti, ma con la progettualità, le idee, la competenza e la convizione si potrebbe raggiungere qualcosa di straordinario. Certo ci sono anche gli avversari con le loro risorse e non sarà certo semplice per noi, ma l’obiettivo è mantenere questo tipo di mentalità, a partire dal livello dirigenziale che si trasferisce poi sul campo, con dei criteri adeguati, senza far follie, e valorizzando anche qualche ragazzo, come fatto in questi due ultimi campionati. Sono convinto che tutti abbiano disputato la loro miglior stagione della loro carriera e per noi vuol dir tanto riuscendo a far bene».
Ora incombe la gara di play-off di mercoledì con la Clodiense: «Quest’anno i play-off non daranno accesso alla categoria superiore ma servono per i punteggi della graduatoria dei ripescaggi in caso di deficit numerico in serie D nella prossima stagione. Per le tempistiche e per il momento generale appare una cosa un po’ complessa, non so quante società possano far domanda. Queste due gare avranno un valore più simbolico che concreto, però è il giusto coronamento di un’annata in cui è sempre bello giocare e mettersi in mostra».
Tra poco si apre la nuova stagione, mister Vecchiato sarà ancora alla guida della Manzanese? «La società ha le idee molto chiare su ciò che vuole e a breve definiremo questo percorso – precisa Filippo Fabbro - che in questi due anni lo abbiamo fatto senza dare troppo nell’occhio, con poche parole e cercando di realizzare le idee. Nel nostro futuro cerchermo di continuare così e quel che arriverà come risultato è difficile prevederlo. Abbiamo delle idee e vedremo di metterle in atto, adesso è prematuro dire se il mister sarà confermato o meno».  (f.p.)  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

https://i.imgur.com/nwytOfB.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 14/06/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,13492 secondi