Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


NAZIONALE - Cabrini e Collovati: l'Italia può arrivare in semifinale

I due ex difensori azzurri sono convinti: "La Francia rappresenta la candidatura numero uno, ma possiamo fare un bel torneo ed arrivare come minimo in semifinale". Qualche dubbio resta: "Da valutare la tenuta fisica della difesa, soprattutto di Chiellini che è avanti con l'età"

Italia a Euro 2020? Può arrivare tra le prime quattro
Un parere di due persone che, con la maglia azzurra, e non solo, ne hanno viste di cotte e di crude. Un pronostico che, in effetti, può sembrare anche esagerato, ma che forse va tarato in base all’entusiasmo del momento. Stiamo facendo riferimento a Fulvio Collovati e ad Antonio Cabrini, che sono stati protagonisti di una bella intervista rilasciata al blog di Betway, marchio che si occupa di scommesse europei 2020 e sullo sport.
Sul blog sportivo L’insider, infatti, è stata pubblicata un’intervista che, in realtà, somiglia molto di più a una vera e propria chiacchierata tra amici di lunga data. In effetti, Fulvio Collovati e Antonio Cabrini hanno condiviso quella che si può considerare come la soddisfazione più grande nella vita di un calciatore, ovvero quella di vincere la Coppa del Mondo.

Le chance di vittoria dell’Italia
I vari addetti ai lavori stanno parlando a pia riprese di quali potrebbero essere le candidate principali per ambire alla vittoria finale. Ci sono alcune squadre che indubbiamente, per la caratura e qualità dal punto di vista tecnico, hanno tutte le carte in regola per arrivare fino in fondo. In primo luogo la Francia, che arriva a questo appuntamento da campione del mondo e con la grande voglia di riscattare la fortissima delusione patita nel 2016, quando dovette dire addio al sogno solamente ai supplementari contro il Portogallo.
La compagine transalpina ha dalla sua una squadra effettivamente di altissimo livello, con tutta una serie di campioni che possono fare la differenza in qualsiasi momento. Pogba, Mbappé, Griezmann e Benzema giusto per citarne alcuni, ma davvero la squadra francese sembra una sorta di raccolta di all-star. È sufficiente per vincere? Assolutamente no. Basta per poterla considerare come la favorita? Di sicuro.
Anche Fulvio Collovati e Antonio Cabrini sono fermamente convinti che la Francia rappresenti la candidata numero uno per arrivare fino in fondo, ma sono altrettanto convinti che gli azzurri abbiano tutte le carte in regola per poter disputare un’ottima competizione, con un percorso che verosimilmente può spingersi fino alle semifinali.
Secondo l’ex terzino bianconero, ci sono anche altre squadre che possono dar fastidio alla Francia. In primo luogo, si tratta della Germania e dell’Inghilterra, mentre l’Italia ha le chance, spinta soprattutto dall’entusiasmo e dalla compattezza di un gruppo che ha voglia di dimostrare le sue qualità, di potersi aggiungere a questo gruppetto che, verosimilmente, potrebbe puntare alle semifinali.

Attacco e difesa: i dubbi di Cabrini
In entrambi i reparti l’Italia ha qualche problema. Partendo dal reparto difensivo, il dubbio principale è rappresentato dalla forma fisica. In un senso, si tratta della tenuta fisica degli uomini più d’esperienza, come ad esempio Leonardo Bonucci e Giorgio Chiellini, ma d’altro canto può voler dire anche avere dalla propria parte la dea bendata, nella speranza che non ci siano infortuni e problematiche fisiche che possano mettere rovinare il cammino degli azzurri ad Euro 2020.
Gli interrogativi vertono in modo particolare sul roccioso difensore toscano della Juve, che più di una volta ha dovuto affrontare dei piccoli infortuni o altri problemi di natura muscolare che l’hanno costretto a stare lontano dal campo con una certa frequenza. D’altro canto, l’età si fa sempre più sentire, ma la competizione richiede sempre di essere al 100%.
Così come al 100% dovranno essere anche gli attacchi, chiamati a dare finalmente prova della loro bravura e qualità a livello continentale. Con la maglia azzurra, infatti, sia Immobile che Belotti sono alla prova del nove: se non riusciranno a confermare le loro qualità e quanto di buono fatto rispettivamente con Lazio e Torino, difficilmente l’Italia potrà ambire ad arrivare fino in fondo.


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 01/07/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,21388 secondi