Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


BASKET FEMMINILE - La dottoressa Sturma lascia la Delser

Nuovo percorso sportivo e professionale per la giocatrice di Lusevera, approdata dall under 13 alla prima squadra. “Udine sarà sempre la mia casa”. Il presidente De Biase: tristi per la tua partenza, nella speranza che sia un arrivederci

Un pezzo di storia ai saluti. Ma quello di Vanessa Sturma non sarà di certo un addio: la guardia friulana, neo-dottoressa in Educazione Professionale, continuerà il suo percorso sportivo e universitario fuori sede. Lascia quindi la Libertas Basket School la giocatrice classe ’98 di Lusevera, pilastro del club udinese nelle stagioni più recenti di Serie A2.
Magistrale il percorso della cestista in arancione, dall’Under 13 sino alla prima squadra. Magistrale il cammino intrapreso dalla stessa all’Università degli studi di Padova. Dopo aver donato tutta se stessa alla causa LBS, tra gioie, infortuni, delusioni e momenti esaltanti, Vanessa passerà dunque a vestire i colori di un altro club.
La Società tutta desidera esprimere i migliori auguri per il prosieguo di carriera della sua volpe, della sua bandiera. Uno speciale in bocca al lupo, in particolare, arriva però dal Presidente Leonardo de Biase:

“Ricordo ancora con affetto il tuo primo tesseramento, cara Vanessa. Da allora sei cresciuta parecchio riuscendo a regalarci, assieme alle tue compagne, immense soddisfazioni in questi anni. La tua partenza, un anno dopo quella di Carlotta Rainis, altra colonna arancione, è in primis per noi fonte di immenso orgoglio: grazie a quanto dimostrato qui a Udine, sei diventata una giocatrice appetibile per molte squadre. Un velo di tristezza accompagna la tua partenza, rinfrancata però dal pensiero che questo non sia che un semplice arrivederci”.

In senso opposto, il saluto arriva anche da Vanessa:
“Non è facile per me scrivere queste righe. Il prossimo anno non giocherò a Udine: ho deciso di intraprendere una nuova esperienza, continuando a conciliare studio e sport. Il prossimo anno lo trascorrerò altrove. Non è stato facile prendere questa decisione, perché la Libertas Basket School è stata e continuerà ad essere per me una seconda famiglia”.

“Grazie a tutti per questi anni. Per avermi sostenuta, incoraggiata e mai lasciata sola. È anche grazie a voi se sono diventata la persona e giocatrice che sono. Grazie”.

“Mi avete accolta da bambina. Mi avete fatto crescere e trasmesso valori molto importanti per diventare la persona che sono ora. Siete tutti sempre nel mio cuore. Grazie per tutte le gioie condivise, ma anche per le sconfitte, che ci hanno fatto crescere e diventare una grande Famiglia”.

“Ringrazio i tifosi: per tutto il calore, per tutto l’affetto ricevuto in questi anni. Siete sempre stati al mio fianco, al fianco di questo gruppo che, attraverso il vostro supporto, è riuscito a compiere grandi cose”.

“Udine sarà sempre la mia Casa. Un pezzo del mio cuore resterà lì con voi. Fox una volta, fox per sempre. Vi abbraccio forte, tutti. Arrivederci“.


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 02/07/2021
 

Altri articoli dalla provincia...












BASKET - L'Apu saluta Tarvisio

Penultimo giorno di preparazione a Tarvisio per l’Apu Old Wild West Udine che domani in serata rientrerà a Udine. Prima di mettersi in viaggio, la formazione bianconera scenderà...leggi
30/08/2021


BASKET- Fiocco rosa, nasce Women Apu

Si chiama “W.APU”, ovvero Women Apu, il nuovo progetto sportivo che vede l’unione delle due più importanti realtà cestistiche udinesi: l’Apu Ol...leggi
04/08/2021

OLIMPIADI - Milan è d'oro, Buia in festa

C’è stata esplosione di gioia, a Buia, attorno alle 11.15 di oggi. Tutto il paese, paralizzato nell’attesa, si è infatti incollato alla Tv – e in piazza, davanti ad ...leggi
04/08/2021




Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,20533 secondi