Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


BASKET FEMMINILE - Turel, una conferma per la Delser

La diciannovenne goriziana alla terza stagione udinese. Ora però c è il ritiro con la nazionale under 19 per provare ad andare al mondiale

Dall’esordio in A2 al battesimo in Nazionale Under 19: nei suoi due anni in arancio, la goriziana Anna Turel è maturata sotto il profilo tecnico, tattico… e scolastico. Reduce dagli esami di quinta superiore, la cestita classe 2002 ottiene così la promozione anche per quanto che riguarda il roster a disposizione di coach Massimo Riga. Complici gli addii delle ormai ex compagne più esperte, l’annata 2021/22 riserva quindi alla guardia LBS un ruolo da senior al fianco di Eva Da Pozzo & co. Un ruolo da protagonista da suggellare a suon di canestri.

Anna, ormai sei fra le più “grandi” del gruppo.
“È vero, e lo ritengo un aspetto importante. Rispetto ad alcune fra le mie compagne avrò un po’ di esperienza in più dalla mia. In virtù di ciò, dovrò cercare di esser loro d’aiuto sia dentro sia fuori dal campo”.

Su cosa ritieni di dover maggiormente lavorare in questa stagione?
“Lo scorso anno ho lavorato molto su diversi ambiti e penso di esser migliorata in ciascuno di essi. Ho giocato anche in due ruoli diversi e questo ha influito positivamente sul mio percorso di crescita. Di conseguenza, in questa stagione, il mio obiettivo è continuare sulla strada intrapresa, magari rafforzando ancor di più la mia mentalità, il mio carattere, al di là degli aspetti tecnici”.

Dall’11 luglio sarai in ritiro con la Nazionale U19: emozionata?
“Molto. Non vedo l’ora di potermi rimettere addosso la maglia azzurra. Tornare in Nazionale dopo il periodo segnato dal coronavirus è davvero un’emozione grandissima. Sono pronta a dar del mio meglio, a spaccare. Poi, se tutto andrà bene, mi unirò alla spedizione mondiale; altrimenti sarò comunque felice e soddisfatta di aver partecipato a un’esperienza formativa come quella di un raduno”.


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 06/07/2021
 

Altri articoli dalla provincia...












BASKET - L'Apu saluta Tarvisio

Penultimo giorno di preparazione a Tarvisio per l’Apu Old Wild West Udine che domani in serata rientrerà a Udine. Prima di mettersi in viaggio, la formazione bianconera scenderà...leggi
30/08/2021


BASKET- Fiocco rosa, nasce Women Apu

Si chiama “W.APU”, ovvero Women Apu, il nuovo progetto sportivo che vede l’unione delle due più importanti realtà cestistiche udinesi: l’Apu Ol...leggi
04/08/2021

OLIMPIADI - Milan è d'oro, Buia in festa

C’è stata esplosione di gioia, a Buia, attorno alle 11.15 di oggi. Tutto il paese, paralizzato nell’attesa, si è infatti incollato alla Tv – e in piazza, davanti ad ...leggi
04/08/2021




Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,07337 secondi