Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


L'AMICHEVOLE - L'Udinese non cambia il vizietto: errori e regali

Sconfitta per 3-2 nel test contro lo Sturm Graz. Di Pussetto e Forestieri le reti bianconere. Difesa parecchio da registrare e davanti poca concretezza

Un film già visto quello andato in scena mercoledì sera nell’amichevole di Sankt Veit contro lo Sturm Graz, formazione della serie A austriaca con già una gara di campionato (persa) alle spalle. L’Udinese spreca assai in attacco e concede regali in difesa subendo tre gol con quattro tiri in porta. Finisce 3-2 per la compagine della Stiria.

La prima rete allo Sturm gliela concede Matos, troppo leggero nel lasciar passare Kiteishvili che infila Silvestri in diagonale. Poi Pereyra e Pussetto provano a pareggiare ma calciano addosso al portiere e forse c’era un rigore su Matos. Prima del riposo De Maio confeziona un assist all’avversario Yeboah che ringrazia e fa 2-0, poi Pussetto dimezza con un bel destro nel recupero.

Nel secondo tempo l’Udinese gioca e trova il pareggio con Forestieri, servito da Makengo poi prende il terzo gol su rigore di Kuen per l’ennesimo fallo di mano in area (forse Gotti dovrà far capire che non si gioca a pallavolo ma a calcio). Finisce 3-2, è calcio di luglio ma se inizia così non è un buon segnale. Ora altri due giorni di preparazione sempre a Sankt Veit e poi partenza per Lens per un altro “test match” con i francesi in programma sabato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 29/07/2021
 

Altri articoli dalla provincia...











ECCELLENZA - Il Rive prende Del Negro

Ritorna in Eccellenza, a cinque anni dal suo esordio, Matteo Del Negro. Rimasto su piazza, dopo il rinvio del programmato trasferimento a Firenze per motivi di studio ...leggi
20/09/2021








Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,16434 secondi