Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


PRATA FALCHI - Muzzin: bella vittoria, ma abbiamo concesso troppo

Il tecnico del club di Visinale gioisce per i tre punti ottenuti nel rocambolesco 4-3 in casa dell'Ol3, ma non è del tutto soddisfatto: "Abbiamo ballato un po' troppo in fase difensiva. Per fortuna abbiamo vinto così da poter analizzare serenamente gli errori, ma non possiamo prendere tre gol ogni domenica, perchè non può andarci sempre bene"

Match al cardiopalmo e divertentissimo tra Ol3 e Prata Falchi, che hanno offerto uno spettacolo entusiasmante nella prima giornata del girone A di Promozione. La contesa, conclusasi con lo scoppiettante risultato di 4-3 in favore della formazione di Visinale in quel di Povoletto, ha visto un inizio da K.O. tecnico per i padroni di casa, che hanno subito due reti in poco più di 10 minuti ad opera di Luca Benedetto e Massimo De Martin. La squadra di mister Muzzin, però, è riuscita a complicarsi la vita subendo in cinque minuti il pareggio con due sviste difensive. Al 22' Sebastiano Sicco ha accorciato le distanze ed al 28' ha firmato la sua doppietta personale su calcio di rigore. Nella ripresa il clamoroso ribaltone si concretizza ed il nuovo entrato Tommaso Del Fabbro, realizza la rete del sorpasso per l'Ol3 che nei primi minuti del match sembrava un miraggio. Padroni di casa che sfiorano l'allungo colpendo una traversacon lo stesso Del Fabbro, De Marchi in scivolata salva la sua porta...Una rimonta che avrebbe destabilizzato chiunque e invece la formazione di Visinale riesce a reagire d'orgoglio, trovando il pareggio tre minuti dopo con Luca Benedetto e firmando il controsorpasso al 35' con il giovanissimo Riccardo Fantuz su assist di Del Piero. In pieno recupero Sicco vicinissimo al pareggio il palo salva gli ospiti.

Una partita sconsigliata ai deboli di cuore, che ci siamo fatti raccontare dal tecnico del Prata Falchi, Massimo Muzzin: "Dopo il 2-0 iniziale sembrava una partita molto semplice, poi ce la siamo complicata pesantemente, subendo due reti in tre minuti: una su un'uscita sbagliata della difesa e l'altro con un calcio di rigore che hanno trasformato. La partita è stata sostanzialmente equilibrata, molto aperta, forse anche troppo per come mi piace far calcio. Abbiamo ballato un po' troppo in fase difensiva, ma davanti siamo sempre stati pericolosi. Nella ripresa grande equilibrio, noi un po' più ordinati rispetto al primo tempo, ma abbiamo preso un gol che non ci può stare perchè su una rimessa laterale loro a sessanta metri dalla porta, abbiamo letto male la traiettoria e sono riusciti a mettere subito la palla in verticale per Del Fabbro che ha fatto il 3-2. In quel momento per fortuna abbiamo avuto una bella reazione d'orgoglio, riuscendo a pareggiare con Benedetto e poi a sette dalla fine a vincerla con il nostro 2004 Santuz. Loro hanno avuto una grande occasione per pareggiare, colpendo il palo. Noi abbiamo fatto errori che normalmente non facciamo, la fortuna vuole che abbiamo vinto lo stesso e potremo analizzarli serenamente, ma prendere tre gol non è il massimo, per quanto i nostri avversari siano temibili perchè è un'ottima squadra, giovane, che corre molto e propone un bel gioco offensivo con individualità importanti. Hanno il giusto mix tra quantità qualità, esperienza e freschezza. Non so dire se meritavamo la vittoria o meno, perchè hanno avuto occasioni pericolose anche loro, quindi forse il pareggio sarebbe stato giusto ma il calcio è questo. Non abbiamo mollato e ci abbiamo creduto fino in fondo, ma prendendo tre gol ogni domenica non può andare sempre bene".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

https://i.imgur.com/c9hWwvF.jpg

https://i.imgur.com/NEGVWzH.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 20/09/2021
 

Altri articoli dalla provincia...






PORDENONE - La carta Tedino

Allarme rosso al Pordenone, che sta vivendo un inizio di stagione da incubo. E deve trovare l'uomo giusto in grado di ricostruire gioco, fiducia e solidità. Ecco cos&igra...leggi
18/10/2021













Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,08966 secondi