Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


PRIMA B - La Torreanese ha l'arma in più: il Prater di Vienna

A Pulfero i giallorossi hanno domato il Riviera, ma già con l'Aurora ritroveranno il loro salotto, tirato a lucido. Visentin che costruisce gioco usando il piattone è l'emblema di una squadra in crescita, anche se Gerli getta acqua sul fuoco dell'entusiasmo: "Sarà un campionato tostissimo"

Cartoline da Pulfero: la Torreanese doma 3-1 il Riviera cominciando nel modo migliore il suo girone B di Prima categoria. Per i giallorossi hanno colpito Orgnacco, Marinig e Giantin, per i biancorossi di Sandro Sant è stato Morassutto ad aver incendiato nel finale la partita. Il Riviera ha visto esspellere Zenarola e proponeva un attacco leggerino e senza Perez
In casa Torreanese l'allenatore Massimo Gerli sottolinea: "Loro sono una buona squadra, mi è piaciuto molto Biancotto, potevano anche segnare l'1-1, però noi avremmo potuto chiudere il primo tempo avanti di 3 gol... Insomma, la vittoria è stata non certo facile, ma appare meritata; credo che ogni match in questo campionato sarà tosto, complicato, però il gruppo che guido mi dà fiducia, siamo ben assortiti in tutti i reparti e lo spirito di squadra è cementato". 
Pulfero ha adempiuto al suo compito di supplenza. Ancora Gerli: "Ora ci attende una trasferta assai pericolosa a Ragogna e dopo inizieremo ottobre ritrovando il nostro terreno di gioco, che è stato tirato a lucido ed è splendido. Sembra di essere al Prater di Vienna tanto è bello: lo inaugureremo nel derby con l'Aurora, e con un campo del genere dovremo giocare bene!". 

Si respira una bella atmosfera alla Torreanese, dove allegria, impegno e amicizia si fondono in maniera genuinamente straordinaria. Sembra di sentire il vocione di Armando Cudicio quando dichiara: "Con Gerli al timone dormo sereno di notte". Il nucleo dei dirigenti è fenomenale, ci sono Luca Cudicio, Maradona e Pluto a tenere coccolata la squadra, mentre Guerra può di questi tempi dedicarsi senza pensieri all'annuale vendemmia. 
A livello tecnico i giallorossi sono annunciati in progresso: la difesa già adesso appare tendente al granitico e all'appello mancano ancora due satanassi come Sette e Coceani, sulla via del rientro. La coppia centrale Cumer - Visentin non sarà velocissima, ma per bucarla servono gli effetti speciali e la dinamite. Capitan Visentin, classe 1985, tra l'altro sta dimostrando che si può sempre migliorare: a Torreano, nel vederlo giocare di piatto e rinunciare alle maniere forti, godono. In attacco i vari Beuzer, Miano, Orgnacco e compagnia bella appaiono difficili da contenere. A centrocampo c'è quantità, qualità e personalità. E Gerli sta tirando su, in aggiunta, dei virgulti di belle prospettive come i 2004 Gregorio, Giantin e Mongelli
L'allenatore della Torreanese, dall'alto della sua esperienza a lunga gittata, però tiene i piedi ben ancorati al suolo: "Noi tra le squadre da battere? Calma, questo girone B va affrontato con umiltà e determinazione altrimenti si rischiano brutte sorprese".  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

https://i.imgur.com/DOzuw4C.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 22/09/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,21331 secondi