Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


ECCELLENZA B - Torviscosa e Pro Gorizia di corsa. Si accende il Kras

Le squadre di Pittilino e Franti hanno la meglio su Chiarbola e Zaule (sugli scudi Gubellini) e raggiungono a punteggio pieno in vetta alla classifica il San Luigi. Un'altra sconfitta per 4-3 lascia al palo l'Ancona Lumignacco: la fase difensiva va adeguata

E' un terzetto composito ma micidiale quello che per ora sta dominando il girone B dell'Eccellenza. Al San Luigi, che ieri ha catturato anche il terzo derby giuliano di fila, superando 3-2 il Sistiana, si sono aggiunte in vetta alla classifica senza punti lasciati per strada Torviscosa e Pro Gorizia. La squadra di Pittilino ha imposto la sua organizzazione e caratura al Chiarbola Ponziana: sono stati turbo-De Cecco a metà primo tempo e Puddu nel cuore della ripresa a risolvere una gara che nascondeva insidie. La Pro Gorizia, invece, ha avuto la meglio sullo Zaule, sfruttando l'ottimo stato di forma di Gubellini, autore della doppietta che ha permesso alla formazione di Franti di imporsi per 2-1. Era stato Girardini al 41' a permettere ai viola di ottenere il provvisorio pareggio. 
Tre squadre a 9 punti, poi a quota 5 la Pro Cervignano di Bertino, ieri protagonista dello 0-0 col Ronchi: i gialloblù sono imbattuti, costruiscono molto, faticano a concretizzare come dimostrano gli appena 3 gol all'attivo, ma vantano fin qui la retroguardia più solida del girone, che è un ottimo punto di partenza.
Regolando un Primorec animato dalla voglia di riscatto (2-0 targato Gashi e Kanapari) la Virtus è salita a 4 punti, come il Ronchi, togliendosi un peso: vincere quando si deve vincere non è mai semplice. 
Completa il quadro del turno il 4-3 con cui il Kras ha spezzato le catene dello "zero", lasciando l'Ancona Lumignacco scomodamente sola soletta in fondo alla graduatoria. Entrambe le squadre ripropongono una fase difensiva che non può certo ritenersi adeguata; stavolta, a differenza dell'analogo 4-3 subito all'esordio contro la Pro Gorizia, gli udinesi hanno meno recriminazioni visto che hanno sempre dovuto inseguire, trovando nel recupero il gol del 4-3 con Pillon, anche oggi a segno con una doppietta come era accaduto nella prima di campionato.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 03/10/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,07461 secondi