Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Tolmezzo


REAL IMPONZO - Marini: siamo andati oltre ogni previsione

Il tecnico vincitore della Coppa Carnia ripercorre la loro strepitosa finale: "Loro sono una squadra fortissima, sapevamo di dover fare una partita di sacrificio e siamo riusciti a farla in maniera perfetta con abnegazione e spirito di squadra"

Il Real Imponzo vince da sfavorita sulla carta, la meritatissima Coppa Carnia, in un'edizione che per la sua unicità rimarrà storica. I ragazzi di mister Marini contro i Mobilieri Sutrio hanno gettato il cuore oltre l'ostacolo chiudendo i 120 minuti sul 2-2 e trionfando ai calci di rigore. Per commentare questo incredibile successo abbiamo ascoltato le parole del tecnico: "Loro sono una squadra veramente forte, che non ha paura di giocare a calcio e ci ha messo in difficoltà. Noi dovevamo fare una partita di squadra: soffrendo, raddoppiando e cercando di limitare le loro grossissime qualità e l'abbiamo fatto, per questo faccio i complimenti ai miei ragazzi che hanno avuto uno spirito ed un'abnegazione incredibile ed il merito va tutto a loro, io ho provato solo a dare il mio piccolo contributo ma loro in campo hanno fatto il resto. Siamo andati oltre ogni previsione, la squadra era nuova, i giocatori giovani e poco esperti ed io sono arrivato quest'anno. Il nostro obiettivo era di costruire qualcosa di importante a lungo respiro, ma si vede che abbiamo costruito talmente bene da arrivare a questo epilogo finale. In una partita secca le differenze tra le due squadre si assottigliano, loro erano giustamente favoriti ma le finali vanno giocate e possono finire in ogni modo, non si può dare niente per scontato. All'inizio abbiamo pagato la difficoltà di ripartire dopo la lunga inattività, piano piano però i ragazzi hanno trovato entusiasmo, trovandosi bene tra loro e formando un gruppo unito non solo in campo ma anche fuori. Ovviamente questo ha portato gioia e partecipazione in tutti gli allenamenti ed i frutti sono stati raccolti".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 11/10/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,08388 secondi