Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


ECCELLENZA A - Chions e Brian Lignano, calcio spaziale e pari giusto

Lo scontro al vertice offre scampoli di gran gioco e una sfida avvincente, che termina 2-2

CHIONS-BRIAN LIGNANO 2-2
Gol: 9’ Baruzzini (r), 46’ Boskovic, 63’ Crivaro, 68’ Valenta, 80’ Tartalo

CHIONS: Bazzichetto, Tomasi (76’ Musumeci), Trentin, Andelkovic, Diop, Boskovic, Crivaro (76’ Vittore), Borgobello, Serrago (70’ Zannier), Valenta, Voltasio (83’ Consorti) - All. Andrea Barbieri

BRIAN LIGNANO: Nutta, Bonilla, Gobbato (67’ Pramparo), Variola, De Marc, Codromaz, Stiso (67’ Castenetto), Baruzzini, Cassin (61’ Tartalo), Alessio, Delle Case (74’ Chiaruttini) - All. Alessandro Moras

ARBITRO: Nenad Radavanovic sez. Maniago - Assistenti: Matteo Prandin e Thomas Cesarin sez. Gradisca di Isonzo.

NOTE - Ammoniti: 36’ Barbieri, 44’ Codromaz, 51’ Voltasio, 55’ Tomasi, 87’ De Marc. Calcio d’angolo: 5-9.  Recupero 1t. 1', 2t. 4'.

CHIONS - Spettacolare pari tra Chions e Brian Lignano che hanno chiuso il match sul risultato di 2 a 2 al termine di una vibrante partita che ha regalato momenti di delizie per palati fini del calcio. In vantaggio il Brian con Baruzzini, cecchino dal dischetto, il Chions acciuffa il pari a fil di sirena del primo tempo e che poi ha il merito di portarsi sul 2-1 con Crivaro; il definitivo 2-2 lo mette a segno Tartalo, entrato nella ripresa per sostituire un impalpabile Cassin, che trasforma in oro il prezioso filtrante di Alessio.
Al 9’ il Brian Lignano passa in vantaggio grazie alla perfetta trasformazione dagli undici metri da Baruzzini del rigore concesso per atterramento in area di Alessio, che con una accelerazione delle sue costringe al fallo Tomasi, vero peccato di ingenuità del giovane terzino del Chions quando la palla sembrava già destinata fuori. Ospiti in vantaggio per 1-0.
Immediata la reazione del Chions al 13’ con Valenta che chiama alla prodezza Nutta per salvare il pari, sul tiro indirizzato alla base del primo palo. Sulla successiva battuta dalla bandierina, la girata di testa ancora di Valenta finisce alta di poco. Cerca il Chions di risalire la china dello svantaggio tenendo costantemente il possesso palla che con il passare di minuti finisce per diventare fine a se stesso perché non trova sbocchi tra le maglie ermetiche della difesa del Brian, che chiude tutte le linee di passaggio e lascia pochissime possibilità agli avanti di Barbieri. Al minuto 38’ il Chions reclama a gran voce un calcio di rigore per atterramento in area di Serrago, il signor Radovanovic vicinissimo all’azione fa cenno di continuare.
Sul fronte opposto un solo minuto dopo esce di pochissimo il missile terra-aria di Baruzzini dai trenta metri, ma il finale di tempo è tutto di marca casalinga. Voltasio va vicinissimo al pari quando mancano due minuti all’intervallo, la sua punizione mancina esce di fuori di un nulla; la rasoiata che finisce sull’esterno della rete dà la sensazione del gol ai padroni di casa che devono strozzare in gola l’urlo di felicità, che però arriverà a tempo scaduto grazie alla pennellata dalla sinistra ancora una volta di Voltasio, sulla cui parabola svetta più in alto di tutti Boskovic che mette la sfera alle spalle di Nutta, così le squadre rientrano negli spogliatoi sul risultato di parità di 1-1.

Ci vuole un gran riflesso di Bazzichetto in apertura di ripresa per salvare i suoi dallo svantaggio, sul tentativo a rete da posizione piuttosto defilata di Cassin, la palla deviata da Diop assume una velenosissima parabola, sulla quale l’estremo del Chions deve fare ricorso a tutte le sue risorse atletiche per salvare la sua porta.
Al minuto 63 i padroni di casa ribaltano il risultato: la veloce rimessa laterale di Borgobello coglie di sorpresa la retroguardia di Moras, che non riesce ad arginare Valenta che innesca la grande giocata di Crivaro il quale infila Nutta portando il risultato sul 2-1.
Tenta la reazione a testa bassa il Brian ma rischia di subire il 3-1 in contropiede. Grandissimo intervento di Nutta su Serrago che si fa quaranta metri palla al piede poi si fa ipnotizzare dal portiere delle aquile che consente ai suoi di rimanere in  partita. Strano il calcio e per l’ennesima volta la storia “del gol sbagliato, gol subito” si ripete. Deliziosa la giocata con la quale Alessio all’80’ serve su un piatto d’argento la palla del pari a Tartalo, il cui tocco verso la porta finisce per sorprendere Bazzichetto.
Improvvisamente appare rianimato il Brian Lignano, che crea due grandi occasioni per riportarsi ancora in vantaggio. Sale in cattedra Alessio dispensatore di palloni d’oro in area del Chions; i due cioccolatini già scartati Tartalo e Chiaruttini finiscono per sprecarli malamente. 
Termina così in parità il big-match, e appare un risultato giusto a conclusione di una partita in cui entrambe le squadre hanno provato a imporsi. Fantastico l’ultimo quarto d’ora di gara che ha deliziato gli spettatori i quali hanno unanimamente tributato un meritato applauso alle due formazioni dopo il triplice fischio del signor Radovanovic.

Antonino De Blasi

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 17/10/2021
 

Altri articoli dalla provincia...










PORDENONE - Esonerato anche Rastelli

Il Pordenone Calcio comunica di aver sollevato mister Massimo Rastelli dall’incarico di allenatore della Prima squadra. Insieme al tecnico sono stati sollevati dall’...leggi
16/10/2021









Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,06680 secondi