Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


OL3 - Del Fabbro: contento dei 5 gol, non dobbiamo porci limiti

Il capocannoniere del girone è un vero perfezionista: "Sono contento ma avrei potuto segnare due gol in più. Ora dobbiamo rialzarci in classifica perché abbiamo lasciato troppi punti per strada"

L'Ol3 gioca bene e, anche se un po' sfortunata per i punti raccolti, fa divertire tifosi ed appassionati. Il gioco offensivo della squadra di Faedis sta facendo esprimere al meglio l'ala sinistra Tommaso Del Fabbro, che ha iniziato il campionato a suon di gol: "Sono contento, anche se ho sbagliato un rigore ed ho preso un palo domenica scorsa, quindi per come sono fatto non sono pienamente soddisfatto perché avrei potuto segnare due gol in più. Siamo solo alla quinta giornata e c'è un campionato intero quindi ne riparleremo alla fine. Aver segnato cinque gol è una motivazione per me, ma abbiamo solo sei punti in classifica, un dato che ci sta stretti".

PUNTI PERSI - "Sicuramente la partita con il Prata Falchi brucia ancora perché avremmo meritato il pareggio, avendo colpito un palo a pochi minuti dalla fine e Picco ha preso un palo sull'ultimo corner. Inutile negare che la partita di ieri con l'Unione Basso Friuli rimane una ferita aperta, con un risultato bugiardo che ci ha fatto molto arrabbiare. Il calcio è questo ed è inutile fare polemiche".
 
CALENDARIO - "Secondo me fino ad ora abbiamo affrontato le corazzate del campionato. È un girone che conosco poco, però mi sento di dire che ce ne manca solo una che è il Casarsa. Staremo a vedere nelle prossime partite, dobbiamo rialzarci già da domenica prossima e dimostrare che questi sei punti ci stanno stretti".

ULTIMO GOL - "È una rete che mi fa davvero felice. Ero dispiaciuto perché pochi minuti prima avevo fatto un'azione simile ma il tiro non era andato a segno. In occasione del gol, invece, sono riuscito a mettere la sfera proprio nell'unico posto in cui il portiere non poteva arrivare. È un movimento che sto allenando da due-tre anni da quando gioco nel ruolo di ala sinistra e riprovandolo tante volte finalmente ha dato i suoi frutti".

RUOLO PREFERITO - "Mi trovo meglio nella posizione attuale, ala sinistra, perché ho la possibilità di sfruttare la mia velocità pur rimanendo vicino alla porta. Non disdegno nessuna posizione dell'attacco anche se la punta centrale non è il ruolo adatto a me. L'ho fatto a Lumignacco dove purtroppo ho concluso la stagione a novembre per un infortunio che mi ha tenuto fuori otto mesi ma in quel periodo non mi trovavo bene in quella posizione. Ringrazio il mister che mi sta dando la possibilità di giocare dove posso sfruttare al meglio le mie caratteristiche, facendo la differenza".
 
SOGNO - "Sto davvero bene a Faedis perché siamo un gruppo di grandi amici. Il sogno nel cassetto lo tengo per me, perché ho prima di tutto un obiettivo da voler raggiungere insieme alla squadra, solo dopo posso pensare alle mie ambizioni. L'Eccellenza è un campionato impegnativo e che, studiando giurisprudenza, non riuscirei ad affrontare con il giusto impegno perché è una categoria importante dove ci sono giocatori che hanno giocato in campionati superiori. L'ho assaggiata per poco tempo e poi ho preso la scelta di tornare ad Ol3 per dedicarmi allo studio, a cui do la priorità".

SQUADRA - "Poche società del nostro livello hanno investito sul settore giovanile come facciamo noi. Penso che adesso è il momento di raccogliere i frutti di ciò che hanno iniziato a seminare un po' di anni fa. Siamo una squadra che ha un potenziale incredibile, individualmente e come gruppo e lo dimostreremo. L'inizio di campionato è una fase e alla lunga verranno fuori le nostre qualità. Sono contento della squadra in cui gioco e daremo fastidio a tutte, a fine anno poi controlleremo la classifica. Non dobbiamo porci limiti ma pensare domenica per domenica a giocare al meglio".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

https://i.imgur.com/R9TOM94.jpg

https://i.imgur.com/rXNPTsU.jpg

https://i.imgur.com/wI66wyL.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 19/10/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,09855 secondi