Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


ECCELLENZA A - Tamai sterile. Rive Flaibano miniera di virgulti

Termina senza reti e con pochissime emozioni una sfida caratterizzata dal possesso palla senza sbocchi della formazione di Birtig. Gli ospiti risultano più pericolosi, in particolare con la conclusione di Bearzot, sulla quale Costalonga compie un miracolo, Peressoni perde anche Drecogna, ma trova nel 2004 Curumi un nuovo, valido elemento su cui fare affidamento

TAMAI -  RIVE D’ARCANO FLAIBANO  0 - 0

TAMAI: Costalonga, Mestre, Zossi, Dema (Barbiero), Piasentin, Barbierato R. (Mazzocco), Bougma, Cesarin (Dariol), Tomada, Mortati (Spadera) , Barattin (Gashi).  Allenatore: Birtig. A disp.: Cover, Magli, Barbierato M., Doria.  

RIVE D’ARCANO FLAIBANO: Peresson, Cozzarolo (Fiorenzo), Almberger, Clarini, Vettoretto, Foschia, Battaino (Bozzo), Leonarduzzi, Kuqi (De Giorgio), Bearzot, Drecogna (Curumi). Allenatore: Peressoni. A disp.: Del Negro, Zannier, Facca, Petri, Vit.

ARBITRO: Stefano Calzolari di Albenga (Savona). Assistenti: Davide Bignucolo (Pordenone), Simone Polo Grillo (Pordenone).

NOTE - Ammoniti: Leonarduzzi (RF), Fiorenzo (RF), Barbierato (T). Angoli: 4-6.

Partita tirata quella andata in scena oggi al comunale di Tamai ma non è certamente una novità visto l’equilibrio che regna in questo girone A di Eccellenza. Assenze su entrambi gli schieramenti ma quelle del Rive d’Arcano Flaibano cominciano a farsi sentire anche perché tutte relative a giocatori esperti. Piove sul bagnato in casa azzurro-giallonera alla mezzora quando Drecogna lascia il campo per la sospetta frattura del setto nasale.
Non si perde d’animo mister Peressoni e manda in campo Curumi, ennesimo fuoriquota classe 2004. Pochissimi gli spunti di cronaca del primo tempo con solo un paio di traversoni pericolosi degli uomini di casa.

Ripresa più vivave con Birtig che incita i suoi uomini per raggiungere una vittoria che sarebbe oltremodo salutare. Alla superiorità nel palleggio dei rossi replicano però gli ospiti che effettuano gli unici tiri in porta veramente pericolosi. Prima Battaino e poi soprattutto Bearzot da fuori impegna Costalonga che si supera deviando in volo plastico un pallone destinato al fondo della rete.
Partita che termina con uno 0-0 che non fa una piega per quanto visto in campo. Colpisce la maturità della squadra ospite che, nonostante i sette undicesimi finali con età under 20, tiene botto ad una formazione che ad inizio campionato era pronosticata ai vertici.
Buono il possesso di palla dei padroni di casa che però si è puntualmente arenato al limite dell’area avversaria e ha palesato difficoltà nelle conclusioni finali.  

Sofia Midena

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 21/11/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,12762 secondi