Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


SACILESE - Salvador: trovare continuità per tornare tra le prime

Il bomber che ha segnato una doppietta contro il Venzone, racconta il cambio in panchina con il ritorno di Lizzi: "Per noi non è facile cambiare sempre allenatore, soprattutto a livello umano. Il problema non era il tecnico nè quando è stato mandato via Lizzi, né ora che abbiamo dovuto salutare Pessot"


Una vittoria sospirata che finalmente è tornata per la Sacilese, che ha superato il Venzone per 2-0 grazie alla doppietta di bomber Nicola Salvador, che abbiamo ascoltato per farci raccontare l'ambiente in casa biancorossa: "Ci mancava la vittoria da tre gare e finalmente ci siamo sbloccati. Abbiamo sbloccato il risultato dopo un quarto d'ora, su una sponda di Zanier, Dusso è riuscito a darmi una bella palla che ho potuto calciare di prima intenzione da fuori area sul palo lontano, un bel gol. Loro giocavano molto con lanci lunghi ma hanno fatto pochi tiri nella nostra porta. La ripresa è stata più equilibrata ma siamo riusciti a raddoppiare su un lancio lungo di Tellan che ho controllato fuori area e dopo aver superato un difensore ho calciato in rete".

Come avete accolto mister Lizzi dopo il suo ritorno?
"Bene, ci è dispiaciuto per mister Pessot perché avevamo iniziato un buon percorso anche con il preparatore ed i frutti stanno uscendo ora che la condizione sta migliorando. Abbiamo perso un paio di partite un po' sfortunate, a Prata soprattutto con un rigore generoso ed il gol del pareggio da un metro sprecato. L'unica partita brutta e giocata male è stata quella con la Buiese. Secondo me il problema non era mister Lizzi prima, né mister Pessot dopo. Per noi cambiare così spesso allenatore non è facile, anche per i rapporti umani".

Come valuti il tuo campionato e quello della squadra?
"Ho segnato quattro gol e ho dovuto saltare due gare per squalifica. Diciamo che si può far meglio. Quest'anno sto meglio fisicamente, facendo gli scongiuri e mi sento bene. Per quanto riguarda la squadra c'era da aspettarsi qualche punto in più e speriamo di poter rientrare presto tra le prime posizioni. Speriamo di trovare continuità e di recuperare qualche infortunato come Erodi che ha saltato tutto il girone d'andata e Dal Cin".

Che partita sarà quella contro l'Ubf?
"Potrebbe essere la partita della svolta, anche perché con una vittoria li supereremmo. Spero di far gol perché fino ad ora quando sono andato a segno abbiamo sempre fatto punti. L'importante è non allontanarsi dalla vetta e prendere un buon ritmo di vittorie".

Che squadra ti ha impressionato fino ad ora?
"Come rosa vedo più forti Prata e Casarsa se recupera Paciulli. Sono le più complete come organico, mentre come gioco dico Maranese ed Ol3 che ci ha messo in difficoltà con Del Fabbro che è molto forte. Il Maniago e la Buiese sono molto rognose e danno filo da torcere a tutti. Fino alla decima sono tutte partite equilibrate, dopo escono fuori le più forti".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

https://i.imgur.com/7SlNaIS.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 23/11/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,13559 secondi