Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


AZZURRA P. - Ferro: protocolli rivedibili ma bisogna rispettarli

Il ds della società di Premariacco parla del problema Covid, che torna d'attualità con il passaggio in zona gialla: "Eravamo a conoscenza degli oneri che porta la pandemia già prima dell'iscrizione. Abbiamo mosso a Palmanova qualche perplessità ma se serviranno a continuare a giocare, dobbiamo solo rimboccarci le maniche e far fronte a tutto ciò"

L'Azzurra Premariacco si prepara alla sfida di Tolmezzo, importante per proseguire l'inseguimento del primo posto, occupato dalla Juventina. Abbiamo ascoltato il ds Cristian Ferro per capire che aria tira in casa Azzurra: "Andremo a Tolmezzo per fare risultato, che è il nostro obiettivo di ogni domenica, in modo tale da chiudere nel miglior modo possibile il girone d'andata. C'è una grande Juventina che è in grandissima forma ed è una squadra importantissima, ma se possibile vorremmo accorciare le distanze".

Avrete tutti disponibili?
"Sì tranne Bucovaz e Ciriaco che, come nelle partite precedenti, sono stati colpiti da infortuni importanti. Speriamo di recuperarli per la prima di ritorno, per il capitano dovrebbe essere possibile, mentre per Bucovaz siamo in dubbio, stiamo valutando".

L'approccio di mister Dorigo?
"È entusiasta perchè ha capito di essere arrivato in una società strutturata e che ci tiene a far bene, anche in prospettiva. Ha trovato di fronte a sè persone disponibili a perorare la causa ed è molto contento. È rimasto piacevolmente sorpreso dalla struttura e ci ha detto che ha visto situazioni simili in Serie D o Eccellenza veneta".

Da lunedì saremo in zona gialla, siete preoccupati dalla situazione?
"Siamo a conoscenza dei protocolli non proprio favorevoli allo svolgimento regolare dei campionati e già un anno fa a Palmanova abbiamo mosso il problema al nostro caro presidente Canciani. Qualora realmente ci dovesse essere un positivo si potrebbe sopperire in maniera diversa, perchè le visite mediche specialistiche sono troppo onerose per delle società dilettantistiche. Questo comunque non ci spaventa, i ragazzi sono vaccinati e qualora dovessimo avere la necessità di effettuare delle visite mediche lo faremo, per recuperarli il prima possibile. Quando ci siamo iscritti al campionato la pandemia c'era e secondo me ci sarà per diverso tempo, quindi abbiamo preso questo impegno sapendo quali sono gli oneri e bisogna solo rimboccarsi le maniche per far fronte a tutto ciò".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 26/11/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,76807 secondi