Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


RISANESE - Paviz: ritrovare la vittoria in attesa dei rinforzi

Il tecnico bianconero affronta il problema dei protocolli diversificati rispetto alle categorie superiori: "Abbiamo avuto tre casi sospetti che per fortuna si sono rivelati negativi, ma se così non fosse stato saremmo rimasti senza tre pedine per due mesi e mezzo"

La Risanese si prepara ad affrontare l'importante scontro diretto contro la Terenziana Staranzano, in un momento delicato in cui non trova la vittoria da un mese. Abbiamo interpellato il tecnico Marco Paviz  che si è espresso tra calcio giocato e problematiche legate alla pandemia: "È una partita importante, uno scontro diretto che affrontiamo in un momento difficile, in cui è un mese che non vinciamo. L'ultima vittoria è stata contro il Sevegliano ed abbiamo difficoltà di rosa, con tante assenze che si uniscono ad una rosa già corta ad inizio anno. Speriamo a dicembre di poter portare in squadra tre-quattro giocatori che ci permetterebbero di gestire meglio la rosa e fare quel salto di qualità che serve".

Come giocherete contro la Terenziana?
"Per fortuna abbiamo tolto i dubbi su tre casi sospetti di Covid, che sono risultati tutti negativi e potremo utilizzarli. Stasera scioglierò gli ultimi dubbi".

Sta tenendo banco la problematica delle normative diverse rispetto alle categorie dall'Eccellenza in su. Qual è la sua opinione?
"È un bel problema perchè tra quarantena, visita specialistica e recupero vanno via due mesi e mezzo. Già ad inizio anno abbiamo dovuto affrontare il problema per due ragazzi che hanno avuto il Covid l'anno scorso e non hanno potuto svolgere la classica visita insieme ai compagni. La nostra squadra è tutta vaccinata, anche i più giovani, è chiaro che possono contagiarsi comunque ma speriamo che siano più protetti".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 26/11/2021
 

Altri articoli dalla provincia...














UDINESE - Pablo Marì, il giramondo è qui

Avanti un altro. E ancora un difensore. Dopo qualche giorno di attesa e l’esito positivo delle visite mediche l’ Udinese ha infatti ufficializzato l’arrivo (prestito secco sino a fine stagion...leggi
20/01/2022





Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,12902 secondi