Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


ECCELLENZA A - Il Chions vince, il Rive d'Arcano... anche!

Commovente prestazione dei "ragazzini" di Peressoni contro la capolista, costretta a sudarsi il successo - comunque meritato - fino alla fine

RIVE D’ARCANO FLAIBANO - CHIONS     1 - 3
Gol: al 34’Boskovic, 37'Serrago, al 55’Bozzo, all’80’Serrago

RIVE D'ARCANO FLAIBANO: Peresson, Facca, Almberger, Clarini, Vettoretto, Foschia, Bozzo (Di Giorgio), Leonarduzzi, Kuqi (Papagna), Bearzot, Battaino (A. Fiorenzo) . Allenatore: Peressoni
A disposizione: Del Negro, Zannier, Curumi, Petris, Grizzo.

CHIONS: Bazzichetto, Trentin (Vittore), Tomasi, Andelkovic (Bance), Dipo, Boskovic (Fraschetti), Musumeci, Consorti, Serrago (Tomadini), Valenta, Zannier . Allenatore: Barbieri.
A disposizione: Moretti, Hadrauoi,De Cecco, Stojanovic, Borgobello.

ARBITRO: Roberto De Stefanis di Udine. Assistenti: Giovanni Masini (Gradisca d'Isonzo) e Andrea Ferretti (Trieste)

NOTE - Ammoniti: Andelkovic (C), Bozzo (RF), Peresson (RF), Consorti (C), Serrago (C), Kuqi (RF), Bearzot (RF), Fiorenzo A. (RF), Musumeci (C). Espulsi : Vettoretto (RF). Angoli: 3-3.

Leggi le formazioni iniziali e ti accorgi che il Rive d’Arcano Flaibano deve fare a meno di sette titolarissimi, guardi la classifica e vedi che il Chions è primo, aggiungici che dopo mezz’ora gli ospiti sono avanti di due reti e la squadra di casa è in dieci per l’espulsione di uno dei suoi giocatori più rappresentativi (tra i pochi rimasti), diventa normale pensare che gli ingredienti per assistere alla prima “imbarcata” stagionale della squadra di Peressoni ci siano tutti: invece ti stai sbagliando perché non hai considerato quanto è bravo l’allenatore di casa a fare di necessità virtù, a motivare i suoi giovanissimi ragazzi, a far giocare la sua squadra a prescindere dai nomi, a far crescere velocemente calciatori di qualità ma che non hanno mai giocato in questa categoria.
Così succede che la partita rimane in bilico fino all’80’ quando Serrago la chiude con un gran gol in contropiede  e anzi, c’è pure lo spazio per la magia di Kuqi che colpisce l’incrocio da pachi passi rischiando di rimettere ancora il risultato in discussione. Sia chiaro che il Chions ha dimostrato, se ce n’era bisogno, di essere una grande squadra, di schierare calciatori di categoria superiore e senza dubbio di aver meritato la vittoria condita dalla testa solitaria della classifica ma, quanti erano oggi in tribuna al Picco non hanno potuto non applaudire i ragazzi di casa, a tratti addirittura commoventi per impegno, dedizione e anche bravura.

Al 10’ apre le danze Valenta che calcia alto dal limite. Al 15’ Kuqi si libera e calcia dal limite, deviazione e palla che si perde di poco a lato. Pressa la squadra di Peressoni che ci prova prima con Bearzot, parato a terra da Bazzichetto e poi con Bozzo che si libera sulla destra e mette un rasoterra in area dove Battaino arriva con una frazione di ritardo.
Al 34’, quasi inaspettato, arriva il vantaggio ospite: Boskovic entra deciso di testa su calcio d’angolo e anticipa Peresson in uscita. Passano solo 3’ minuti e Vettoretto compie il patatrac con la complicità del suo portiere. In vantaggio su un lancio lungo avversario, manda il pallone a colpire il proprio compagno in uscita, rimbalzo sull’accorrente Zannier che conquista la sfera. Il difensore afferra ingenuamente l’attaccante per la maglia. Rigore sacrosanto ed espulsione. La trasformazione è affidata a Serrago che spiazza Peresson per il doppio vantaggio.

Al 50’ ancora Serrago impegna di testa Peresson che stavolta non si fa sorprendere. Al 60’ Leonarduzzi conquista palla sulla metà campo sinistra, lancio millimetrico per Bozzo che trafigge Bazzichetto con un fendente a mezza altezza: 1-2. Il Rive continua a giocare con grande intelligenza, lasciando il pallino agli avversari che però faticano a trovare spazi. Ci riescono all’80’ quando approfittano di una delle poche distrazioni della difesa di casa che si fa superare da un lancio lungo, ne approfitta ancora Serrago infilando Peresson nell’angolino basso alla sua destra.
I ragazzini terribili di casa non ci stanno e Kuqi sfiora due volte la rete, la seconda delle quali con un clamoroso incrocio colpito da pochi metri. Finisce 1-3 una gara che non può aver deluso gli sconfitti, tanto è stata intensa e contagiosa la voglia messa in campo. Festa grande degli uomini di Barbieri che oggi hanno dimostrato di essere la squadra più forte del girone.

Silvia Midena

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 28/11/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,17212 secondi