Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


COPPA ECCELLENZA - Il Tamai non riesce a scalfire il Brian Lignano

Il match di ritorno finisce 0-0 e la squadra di Alessandro Moras conquista il diritto a disputare la finalissima di sabato a Lignano contro la Pro Gorizia

TAMAI - BRIAN LIGNANO 0-0
 
TAMAI: Costalonga, Mestre, Zossi (75' Doria), Spadera, Romeo (72' Mazzocco), Piasentin (61' Barbierato R.), Cesarin, Mortati, Tomada, Gashi (65' Barbiero), Barattin (57' Bougma). A disposizione: Cover, O’Brien, Dariol, Barbierato M. Allenatore: Gabriele Moroso.

BRIAN LIGNANO: Bon, Bonilla, Pozzani (46' Codromaz), Variola (85' Zanet), De March, Pramparo, Stiso, Baruzzini, Cassin (58' Bertoli, 61' Castenetto), Alessio, Tartalo (52' Delle Case). A disposizione: Faggiani, Gori, Cusin. AllenatoreAlessandro Moras.
 
ARBITRO: Gianluca Toselli (Gradisca d'Isonzo). ASSISTENTI: Nicola Bitto (Pordenone), Matteo Cristin (Basso Friuli).
 
NOTE - Ammoniti: Variola, De March, Barbiero. Recupero: 2' e 5'. 
 
Il Brian Lignano impatta 0-0 il ritorno della semifinale con il Tamai e si qualifica per l'atto conclusivo e decisivo della coppa Italia regionale riservato alle formazioni di Eccellenza: sabato, a Lignano, la squadra di Alessandro Moras si contenderà l'ambito trofeo sfidando la Pro Gorizia
Il match andato in scena in casa del Tamai è risultato equilibrato e con poche opportunità da rete. Nel primo tempo spiccano le occasioni per gli ospiti maturate sugli sviluppi di altrettanti calci d'angolo: l'incornata di De March veniva respinta dal polo della porta difesa da Bon, quella di Variola trovava sulla linea di porta la respinta di Spadera. Sul fronte delle Furie, ci provavano all'inizio Mortati e nel finale di tempo Cesarin e Tomada, ma senza la necessaria efficacia. 
Nella ripresa i reparti difensivi avevano la meglio sui tentativi d'assalto e, in sostanza, i due estremi difensori dovevano limitarsi a svolgere l'ordinaria amministrazione. Talché il Brian Lignano, forte del 3-0 ottenuto nel match d'andata, approda senza tentennamenti alla sfida decisiva, un match che Baruzzini e compagni potranno disputare al Teghil, quindi in casa. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 12/12/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,13977 secondi