Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Trieste


TRIESTINA - Bucchi: dobbiamo imparare a chiudere le partite

Il tecnico alabardato soddidfatto del successo casalingo ma professa attenzione. «Abbiamo preso un rigore ingenuo che ha riaperto la partita. Siamo sempre in emergenza, sabato cercheremo di dar fastidio alla capolista

 La Triestina è riuscita a vincere una gara casalinga dopo aver messo in cassaforte un successo in trasferta (la domenica precedente) e ha fatto finalmente contento il suo tecnico sotto questo punto di vista. Proprio l’allenatore rossoalabardato Cristian Bucchi ha così commentato il successo sulla Giana Erminio: «Dobbiamo ancora imparare a chiudere le partite definitivamente, perché abbiamo preso un rigore ingenuo e ci siamo ritrovati sul 2-1 in una partita che stavamo controllando del tutto. Per fortuna siamo riusciti comunque a imporci e ne siamo molto felici per i nostri tifosi, che se lo meritano. Non vincevamo bene in casa come stavolta da tempo e avremmo meritato un finale di gara diverso, subendo un gol quasi senza prendere tiri in porta. Avevamo ancora tante defezioni e purtroppo ne avremo ancora nelle prossime uscite, perciò viviamo sempre in una situazione particolare. Siamo in emergenza continua, perdiamo giocatori a getto continuo, ma ci siamo arrangiati ed è una virtù. Però dobbiamo lavorare per migliorarci. Sabato andremo a Bolzano con uno spirito uguale al solito, affronteremo una squadra che non ha mai perso e che è prima non con merito, ma di più! Cercheremo di dare fastidio alla capolista».

E l’allenatore dei lombardi Matteo Contini: «Va dato merito alla Triestina, anche se avremmo potuto fare meglio visto che abbiamo dimostrato di saperlo fare. Ora dobbiamo guardare alle prossime importanti partite e cercare di fare punti preziosi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 12/12/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,21877 secondi