Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


SERIE A - Udinese diroccata, Atalanta esagerata

Bianconeri in formazione largamente incompleta, con diversi giocatori fuori ruolo, due soli cambi affidabili e mai dentro una partita poco attendibile. Gli ospiti la mettono in cassaforte segnando tre volte nel primo tempo: finisce 6 - 2, con doppietta di Muriel. Friulani a bersaglio con un’autorete di Djimsiti ed una zampata di Beto

UDINESE – ATALANTA   2 - 6
Gol:
17’pt Pasalic, 22’pt e 31’st Muriel, 43’pt Malinovskyi, 14’st Djimsiti (autorete), 43’st Beto, 44’st Maehle, 47’st Pessina

UDINESE: Padelli, Becao, De Maio, Nuytinck, Molina, Walace, Udogie (21’st Soppy), Pussetto (29’st Success), Perez, Beto, Deulofeu. A disposizione: Piana, Fedrizzi, Castagnaviz, Damiani, Cocetta, Codutti. Allenatore: Cioffi.

ATALANTA: Musso, Toloi, Palomino, Djimsiti (45’st Cittadini), Maehle, De Roon (1’st Pessina), Koopmeiners, Pezzella (29’st Hateboer), Pasalic (29’st Miranchuk), Malinovskyi, Muriel (34’st Ilicic). A disposizione: Rossi, Bertini, Demiral, Scalvini. Allenatore: Gasperini.

ARBITRO: Fabbri. Assistenti: Longo e Rocca. Quarto uomo: Pezzuto. Var: Mariani. Avar: Valeriani.

NOTE: serata fredda, cielo coperto, terreno in buone condizioni. Spettatori: 8.679, dei quali 513 paganti per un incasso di 8.766,00 euro. Abbonati: 8.116 quota 88.861,66 euro. Ammoniti: Becao, Deulofeu, De Roon, Djimsiti. Angoli: 5 - 2 per l’Atalanta. Recupero: 2’ + 3’.

UDINE. Se si deve giocare, si giochi pure. Ma non spacciamo per autentiche quelle gare che, di regolare, non portano con sè assolutamente nulla. Magari sarebbe finita ugualmente tanti a pochi (due anni e spiccioli fa, a Bergamo, terminò 7 - 1) ma, quella tra Udinese e Atalanta, è stata tutto tranne che una partita attendibile e commentabile. Ultimo allenamento di gruppo sostenuto cinque giorni orsono, squadra radunata soltanto stamattina, tesserati negativizzati dopo due settimane di stop, panchina farcita di Primavera peraltro fermi da tempo, formazione sbilenca con diverse pedine fuori ruolo (Perez “quinto” a sinistra, Pussetto interno di centrocampo): non era, non poteva essere, un’Udinese seria e competitiva quella che ha affrontato un’Atalanta anch’essa colpita dal Covid, ma pur sempre in grado di schierare, in corso d’opera, gente come gente Ilicic, Pessina, Hateboer e Miranchuk…Non aggiungiamo altro, perchè questo è un calcio che non ci piace più.

LA CRONACA. Il primo pericolo (minuto 4) per l’Udinese arriva da Muriel: il colombiano si libera alla perfezione, ma conclude con un rasoterra mancino impreciso. Al 14’ Pasalic libera il sinistro, Becao devia. Dal corner si crea una situazione favorevole per Toloi, ma un piede malandrino impedisce al difensore di esultare. Al 17’, però, Pezzella mette al centro un pallone invitante: Becao e De Maio si ostacolano a vicenda e Pasalic beffa Padelli, nell’occasione un po’ incerto sul da farsi. Trascorrono 5 minuti e Muriel, ricevuta la sfera a metà campo, punta dritto verso la meta: De Maio indietreggia sin troppo rifiutando l’uno contro uno e permettendo all’ingrato (fischiatissimo) ex di beffare agevolmente Padelli con un rasoterra. E arriva anche il primo ammonito del match: si tratta di Becao il quale, diffidato, salterà la gara di sabato prossimo a Torino con la Juventus. La prima parata di Musso arriva, invece, al 35’: Deulofeu dislocato a sinistra, accelera, lascia sul posto un difensore e conclude, ma il portiere si allunga e respinge. L’Atalanta si concede qualche attimo di pausa e al 39’ Molina dipinge una parabola interessante, sulla quale si getta Udogie: il colpo di testa non muore molto lontano dalla traversa. Al 41’ è la volta di Pussetto: la parata, sul destro a giro diventa, per uno come Musso, una cosa normale. Ma Muriel e Malinovskyi hanno ancora in serbo una giocata, confezionando la terza rete orobica: sull’assist del numero 9, l’ucraino non perdona. E, prima del riposo, una punizione di Deulofeu viene facilmente domata da Musso.

Nella ripresa l’Udinese prova a riaprirla al 14’, quando Molina spara, forse senza troppa convinzione, dalla periferia: Djimsiti ci mette però il piede, mettendo fuori causa Musso. Cioffi effettua poi il primo dei due cambi spendibili: e Soppy sostituisce Udogie. Al 26’ Muriel vorrebbe infierire, ma Nuytinck non è d’accordo. Ma la doppietta è soltanto rinviata: mentre è appena entrato Success, l’Atalanta ribalta l’azione, il colombiano si ritrova di fronte De Maio, lo irride saltandolo come un birillo e fulmina Padelli. E sono 11 gli schiaffi alla sua vecchia squadra…L’Udinese ammorbidisce temporaneamente la sentenza con la seconda rete: la realizza Beto - delizioso l’ assist di Success - a 2’ dal traguardo. Ma l’Atalanta non ha ancora terminato il lavoro: Hateboer, senza adeguata contrapposizione, mette in mezzo e Maehle, solissimo, non può esimersi dall’infilare la quinta “banderilla”. E c’è tempo pure per la sesta: assiste Maehle, finalizza Pessina.

LE PAGELLE. Padelli 4,5, Becao 6, De Maio 4, Nuytinck 6, Molina 6, Pussetto 5,5, Walace 6, Udogie 5,5, Perez 5, Beto 6, Deulofeu 6, Soppy 5,5, Success 6. Allenatore: Cioffi 5. (r.z.)

Foto: udinesetv.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 09/01/2022
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,14051 secondi