Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


UNION MARTIGNACCO - Trangoni: siamo cresciuti ma...

Il tecnico traccia un bilancio dopo metà campionato: "Se molliamo di un centimetro per noi è finita. Il girone di ritorno sarà un'altra storia. Grazie a chi è rimasto e ci ha consentito costruire un gruppo che è diventato squadra"

Prima stagione di Devid Trangoni alla guida dell'Union Martignacco. Facciamo con lui un bilancio di questo girone d’andata.

Union Martignacco che affronta il campionato di Promozione da squadra ripescata e con una rosa rivoluzionata in estate dalle tante defezioni del gruppo storico. È stato un momento difficile.

"Momento difficile no, parliamo sempre di calcio, amaro anche perché senza quelle partense avremmo affrontato il salto di categoria con maggiori certezze. Sicuramente qualcuno del gruppo storico mi avrebbe aiutato e poi sono sicuro che a qualcuno di loro il fatto di andare via sia veramente dispiaciuto. Per fortuna chi è rimasto, che ringrazio, lo ha fatto con convinzione e da lì siamo ripartiti per ricreare un gruppo che, peraltro, si sta dimostrando molto affiatato in campo e fuori".

Al LavarianMortean lei ha passato due stagioni e nell’annata 2019/20 il Covid vi ha precluso la Promozione fermandovi ad un punto dalla capolista. Quanto l’ha colpita la vicenda che vede coinvolti molti ragazzi che lei ha allenato? Ci sono analogie con quanto successo in estate a Martignacco?

"Non mi permetterei mai di giudicare dinamiche interne alla società che non conosco. Comunque quei giocatori li ho allenati per piu anni e posso assicurare che sono seri, amano quella maglia e con me hanno mangiato la polvere quando c’era da mangiarla".

Un inizio stentato ma un finale di girone d’andata con sei risultati utili consecutivi. Quali sono le avversarie da tenere d’occhio per la salvezza e chi vede come maggiore candidato al salto di categoria.

"L’inizio stentato è dovuto al grande cambiamento di rosa e categoria. Adesso siamo piu squadra ma se ci permettiamo di mollare di un centimetro per noi è finita. Per la salvezza noi dobbiamo pensare ancora a crescere e migliorare esprimendo il buon calcio che ha caratterizzato la fase pr- natalizia del campionato. Per il salto di categoria non abbiamo affrontato il Maniago Vajont ma sono diverse le squadre accreditate e farei un torto a qualcuno citandone altre. È un bellissimo campionato anche per questo e per noi significa affrontare la sfida domenicale sempre con il coltello tra i denti".

Nel girone B chi ha i vostri stessi punti è fuori dalla zona calda mentre voi nel girone A siete in zona play-out, ma a Martignacco si respira ottimismo. Da cosa è dovuto?


"L’ottimismo è la conseguenza di una crescita costante dei ragazzi e gli ultimi risultati ci hanno dato consapevolezza nei nostri mezzi, ma sia io che la società sappiamo benissimo che le cose potrebbero cambiare da un momento all’altro. Il girone di ritorno sarà un altro campionato".

Ci sono state molte polemiche rispetto al rinvio concordato del match con il Maniago Vajont per i casi di positività dei coltellinai. Ha sollevato perplessità la richiesta di rinvio proprio nello stesso giorno in cui Mussoletto denunciava su questa testata importanti e numerose assenze per infortunio.

"Il presidente ha preso la decisione più in linea con la storia e il modo di agire anche di chi a Martignacco lo ha preceduto. Noi eravamo in ottimo stato di forma e con tutti gli effettivi, ma la scelta è stata giusta. Siamo sereni".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

https://i.imgur.com/qwwmtOF.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 20/01/2022
 

Altri articoli dalla provincia...




MALISANA - Addio consensuale con Cudin

La notizia del giorno arriva direttamente da Malisana di Torviscosa. In un incontro andato in scena l'altra sera, infatti, la società biancogranata e il tecnico Fabiano Cudin hanno scelto consensualment...leggi
26/05/2022















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,15959 secondi