Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Trieste


TRIESTINA - Trasferta a Bolzano. Gomez: serve più cattiveria

La truppa alabardata deve dimenticare Padova e pensare alla difficile trasferta in terra altoatesina per affrontare la capolista Sudtirol. L’attaccante: «Ci aspetta un tour de force, siamo pronti per tutte queste gare»

La Triestina è caduta per mano del Padova dell’ex Pavanel dopo otto risultati utili consecutivi, di cui tre vittorie di fila e anche quattro affermazioni esterne a “colorare” l’ormai ex filotto. La compagine di Cristian Bucchi è chiamata a tornare già in campo per il recupero di mercoledì 26 con il Sud Tirol, anticipato di due ore, alle 16. Gli altoatesini sono primi in classifica, hanno la miglior difesa dei campionati europei assieme all’Ajax, sono fisici a centrocampo e in casa sono più aggressivi (attesa perciò sulla carta una battaglia e la recente buona tradizione giuliana a Bolzano non conterà) e si sono rafforzati ulteriormente sul mercato invernale attualmente in corso con Mawuli, i gemelli Renault e il bomberone Galuppini.

Tale match, valevole per la 19ª giornata, sarà diretto da Marco Ricci di Firenze con gli sbandieramenti a latere del milanese Pietro Lattanzi e del bergamasco Cosimo Cataldo. Quarto ufficiale Luca De Angeli di Milano. Si prospetta del turn over, in primis per le tante partite nell’arco di un mese (complici i turni da recuperare infrasettimanalmente), e pure per le assenze ancora latenti.  

Così l’attaccante Guido Gomez: «C’era sicuramente una voglia matta di tornare a giocare. Siamo ripartiti in casa, si è vista solo la Triestina per buona parte di gara, la nostra prestazione è stata ottima, ma il risultato ci è stato contrario. Adesso ci aspetta un tour de force, che è un po’ una follia con troppe partite in pochi giorni. Sarà un periodo nel quale anche i tanti viaggi peseranno molto. Ma la Triestina è pronta per affrontarle, ha ricaricato le pile e ha una rosa importante con singoli di livello alto. Un paio di posizioni si possono scalare, ma l’importante sarà pensare partita dopo partita. Nonostante i tanti infortuni, avevamo concluso l’anno in maniera quasi perfetta. Ora con i recuperati abbiamo una rosa pronta per affrontare tutte queste gare. La prossima partita è contro una squadra molto forte, che ha subìto solo 5 gol in campionato. Serve più cattiveria».

Massimo Laudani

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 25/01/2022
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,22484 secondi