Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


PRIMAVERA - L'Udinese si aggiudica il trofeo Mladen Ramljak

A Zagabria i giovani bianconeri superano i padroni di casa della Dinamo con la rete di Nuredini su punizione, con l’aiuto della barriera. I croati timbrano una traversa sullo 0-0 e Di Bartolo si rivela insuperabile

DINAMO ZAGREB – UDINESE 0-1
Gol: al 36’ Nuredini

DINAMO ZAGREB: Klarin; Gubijan (49’ Ruskovacki), Katinic, Zivkovic, Cvetko (49’ Vuko); Brkljaca (64’ Gec), Caic (55’ Topic), Lukanic; Krdzalic, Ilecic (48’ Culjak), Rukavina (65’ Tonon). A disposizione: Prslja, Katalinic, Leko. All. Senzen

UDINESE: Di Bartolo Zuccarello; Iob, Moratti, Nuredini; Russo, Centis (79’ Podda), Zunec, Bassi, Di Lazzaro (64’ De Crescenzo); Pejcic (67’ Demiroski), Campanile (83’ Pafundi). A disposizione: Mecchia, Accetta, Nwachukwu, Armani, Curkovic. All. Sturm

ARBITRO: Culjak

NOTE - Ammoniti: Di Lazzaro, Centis, Campanile (U); Caic, Katinic, Vuko (D)  Recupero 1’ e 5’

ZAGREB - L’Udinese Primavera vince la finale contro la Dinamo Zagabria e porta a casa il prestigioso trofeo dedicato a Mladen Ramljak. I padroni di casa cominciano la partita trascinati dal fattore campo. Il gioco croato si sviluppa molto sulle fasce, soprattutto lungo la sinistra, dove Rukavina si rivela molto presto essere cliente scomodo. Brilla Brkljaca, mezz’ala di inserimento con un gran destro dalla media distanza, costante spina nel fianco della retroguardia bianconera. Che però regge l’urto e lascia sfogare la Dinamo, cercando di ripartire approfittando degli spazi in cui infilarsi. Anche i croati però difendono con ordine, e l’unica occasione nel primo quarto di gara per i bianconeri è un cross di Di Lazzaro che staziona qualche istante nel cuore dell’area piccola, allontanato dai difensori avversari. La Dinamo cresce e ha due chiare occasioni nel giro di poco più di un minuto: al 28’ Di Bartolo è chiamato al grande intervento su una volée di Ilecic. Il mancino sul primo palo viene respinto dal portiere bianconero in controtempo. Tocca poi a Rukavina liberarsi con un dribbling e provare a piazzare il destro a giro da posizione insidiosa: il risultato è una traversa piena. Sembra fatta per il gol croato, ma da un grande intercetto parte il contropiede bianconero, iniziato con un tacco di Pejicic e finito con lo stesso numero 19 atterrato al limite dell’area. Sulla punizione si presenta Nuredini, che di sinistro coglie una deviazione provvidenziale della barriera che spiazza Klarin e vale il vantaggio bianconero al 36’. La Dinamo non ci sta e si proietta in avanti per trovare un pareggio prima dell’intervallo che però non arriva. Ci prova Brkljaca dalla media distanza, palla alta, e poi serve ancora Di Bartolo per salvare la porta ospite sull’ottimo tiro di Cvetko.
La seconda frazione comincia come si era chiusa la precedente: padroni di casa in attacco alla ricerca del pari che potrebbe arrivare al 47’ col sinistro di Caic, il quale però coglie solo la base interna del palo prima di rotolare lontano dalla porta bianconera. La difesa ospite vacilla e prova ad approfittarne il neoentrato Ruskovacki, il cui sinistro da buona posizione termina largo. Udinese che dopo lo spavento si compatta e amministra palloni importanti con Centis e Zunec. Passa tempo prezioso ma la manovra è spesso imprecisa, e il pallino del gioco torna velocemente tra i piedi della Dinamo. Un possesso che è sterile grazie all’attenzione dei ragazzi di Sturm, che concedono l’occasione successiva solo al 70’: Culjak si libera bene in area, ma Di Bartolo lo ipnotizza e salva ancora i bianconeri. Che pochi minuti dopo potrebbero raddoppiare, ancora da calcio di punizione: Centis calcia in mezzo e trova Iob, che incespica sul pallone al momento del tiro e l’azione sfuma. Dinamo che si ricatapulta in avanti ma non ne ha più, e lascia dietro praterie che gli ospiti sfruttano per guadagnare punizioni e secondi. C’è chi ha più fiato degli altri, e Russo raccoglie le ultime energie per mettere il turbo sulla destra al 78’. Il cross in mezzo del numero 7 trova Campanile tutto solo dopo una corsa a perdifiato, che si fa sentire al momento del tiro. Poca forza e pallone tra le braccia di Klarin. Gli ultimi minuti sono di marca croata, ma i bianconeri resistono all’assedio con la giusta dose di cattiveria e concretezza e portano a casa la vittoria da imbattuti contro i favoriti padroni di casa.

Fonte: Udinese.it 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 08/08/2022
 

Altri articoli dalla provincia...



PRIMAVERA - Udinese, rialzare la testa

  Dopo le tre recenti sconfitte, e un solo punto conquistato in sei gare, l’Udinese scende in campo lunedì prossimo sul campo del Sassuolo. Sfida difficile per ...leggi
06/10/2022







PRIMAVERA 1 - Udinese ancora a secco

UDINESE – LECCE    0 - 2Gol: 20’ st Burnete, 47’ st Daka UDINESE: Di Bartolo, Abdalla (41’st Diego Russo), Cocetta, Guessand, Iob (28&rsquo...leggi
03/10/2022


PROV. UD - Poker Rivolto e Reanese

Due gare giocate oggi nel girone di Udine degli Juniores Provinciali, con entrambe le partite chiuse con il risultato di 4-1 per gli ospiti. Il Rivolto espugna il campo di ...leggi
01/10/2022







Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,07371 secondi