Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


UDINESE - Sottil: vogliamo essere protagonisti

Domani al “Meazza” (ore 18.30) prima di campionato dei bianconeri contro il Milan ed esordio per il tecnico nella massima serie. “Dobbiamo aver coraggio, sia in casa che fuori”. Arslan e Jajalo indisponibili, Becao e Walace arruolati, Beto parte dalla panchina

Undici anni fa al Siracusa, ora l’esordio in serie A. Per Andrea Sottil il coronamento di una lunga gavetta che lo porterà domani (ore 18.30 al “Meazza”), al timone della sua nuova, vecchia Udinese, a sfidare - per il battesimo in campionato - nientemeno che i campioni d’Italia del Milan.
“Ripenso al mio film personale ed essere l’allenatore Udinese è una grande soddisfazione - attacca il tecnico di Venaria - personalmente credo di essere pronto per il debutto a San Siro. Arrivo carico e lucido, ma non nascondo che un po’ di emozione ci sarà".

E’ anche il campionato numero 50 per l’Udinese in A.
“Il club raggiunge un traguardo grandioso: ed anche per questo siamo chiamati ad iniziare con il piede giusto ed una grandissima prestazione".

Situazione infortunati?
“Arslan e Jajalo rientreranno la prossima settimana mentre Beto, che non ha ancora i 90 minuti nelle gambe, è comunque sulla buona strada".

Becao e Walace, invece, paiono pronti.
“Entrambi a disposizione, al cento per cento, Nonostante la mascherina (frattura delle ossa nasali, ndr) per il primo e i 5 giorni di assenza (nascita dei due gemelli, ndr) per il secondo".

Lo scorso anno l’Udinese è stata l’unica squadra a non uscire battuta dalla due sfide con i rossoneri.
“Se affronti le grandi, la partita si prepara da sola. Ma io voglio che la squadra sia protagonista e che, quando ha la palla, dimostri personalità. Inizia un percorso: dobbiamo dimostrare un’identità e giocare con coraggio, sia in casa che fuori".

Che partita vedremo, domani?
“Il Milan (che dovrà rinunciare a Tonali e Giroud, ndr) partirà forte, sospinto da 70mila spettatori. Ma noi abbiamo lavorato duro per saper che cosa fare nelle due fasi. E non vogliamo una gara monotematica: dovremo perciò essere aggressivi in difesa andando in avanti, pressando forte e ripartendo veloci". (r.z.)

Foto: Udinese.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 12/08/2022
 

Altri articoli dalla provincia...








SECONDA E - La Manzanese guarda tutti dall'alto

Terza giornata di campionato per la seconda categoria girone E e c’è già una capolista solitaria. Si tratta della Manzanese che, battendo la Serenissima Pradamano, si prende il primato solitario.Gli a...leggi
25/09/2022



PRIMA B - Rivincita Fulgor, Pagnacco spuntato

Stesso campo, risultato diverso. Ventuno giorni fa si erano affrontate nel girone di Coppa e, al termine di una gara tumultuosa (tre espulsioni nelle file ospiti), il Pagnacco aveva superato la Fulgor...leggi
25/09/2022








Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,08250 secondi