Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


L'EVENTO - Zio Pino compie quattro anni

Nasceva nel febbraio del 2019 l’Associazione Sportiva prima in regione per la diffusione e la pratica dello sport inclusivo del baskin. La ricorrenza è stata festeggiata stasera al “Bearzi” con lo spettacolo “Il Ritmo degli Elementi”

E sono già trascorsi quattro anni. Nel febbraio del 2019 emetteva infatti i primi vagiti la “Zio Pino Baskin Udine”, la prima Associazione Sportiva in regione per la divulgazione e la pratica dello sport inclusivo del baskin e, più in generale, di qualsiasi forma di sport realmente inclusivo. Un autentico “laboratorio sociale” capace di generare in questo lasso di tempo, ben 3 squadre impegnate in tornei regionali ed interregionali, di curare attività motorie inclusive per bambini e formare un gruppo di baskin junior riservato a ragazzi dagli 11 ai 13 anni. E non è mancata l’attività extra campo, con diversi cicli di conferenze denominati “I lunedi del baskin” (prossimo appuntamento lunedi 27 gennaio con il tema: “Sport ed Epilessia”) che hanno affrontato tematiche delicate, legate alla disabilità, all’inclusività e ai diritti delle persone fragili. Un’opera notevole, incessante, che la Zio Pino Baskin Udine (presieduta da Alberto Andriola) può sviluppare anche in virtù del sostegno della Fondazione Friuli e delle sue generose aziende. Da segnalare, inoltre, pure diversi interventi di rigenerazione urbana di aree verdi e sportive concretizzatesi, al momento, con la ristrutturazione dei playground di Tavagnacco e Colloredo di Prato.

Per festeggiare il “Compleanno dello Zio Pino” si è tenuto stasera, presso l’Auditorium del “Bearzi”, lo spettacolo “Il Ritmo degli Elementi”, ideato e messo in scena dalla compagna di danza contemporanea “Opalus Ballet Project” e dalla band ”Keep calm end drum”. L’esibizione si è avvalsa delle coreografie di Ylenia Zambelli, mentre le musiche eseguite dal vivo sono state composte da Andrea Fontana. Ballerini e percussionisti sono persone con disabilità cognitiva appartenenti al CAMPP di Rivarotta: con coraggio e passione gli stessi dimostrano, che quella comunemente percepita come una debolezza, può invece rivelarsi una risorsa artistica unica ed emozionante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

https://i.imgur.com/oLuvqsI.jpg

https://i.imgur.com/6wVmhyw.jpg

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 24/02/2023
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,12500 secondi