Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


BASKET A2 FEMM. - Delser, scampato pericolo

Dopo due ko di fila, in una sfida dai tanti volti contro le Acciaierie Valbruna Bolzano, le udinesi toccano anche il più 21 (43 - 22) rischiando, però, di farsi sorpassare in volata. Poi Ronchi, con 7 punti consecutivi, chiude il conto. Da venerdi Final Eight di Coppa Italia a Battipaglia

DELSER – ACCIAIERIE VALBRUNA   59 - 52
(Parziali:
17 - 8, 43 - 22, 50 - 41)

DELSER: Mosetti 7, Bacchini 1, Ronchi 16, Lizzi 5, Turmel 14, Da Pozzo 6, Gregori 8, Pontoni 2, Tumeo, Penna. Ne: Agostini e Ceppellotti. Coach: Riga.

ACCIAIERIE VALBRUNA: Nasraoui 8, Scordino, Peric 17, De Marchi 8, Fabbricini 5, Schwienbacher 8, Del Bosco 6. Ne: Giordano, Cela e Brunelli. Coach: Pezzi.

ARBITRI: Sara Spina di Milano e Valentina Martina Catapan di Latina.

NOTE - Liberi: Delser 10/14, Acciaierie Valbruna 8/11. Tre punti: Delser 5/21, Acciaierie Valbruna 6/23. Rimbalzi: Delser 45 (Turmel 12), Acciaierie Valbruna 32 (Peric 8). Assist: Delser 16 (Mosetti 5), Acciaierie Valbruna 7 (Schwienbacher 3). Cinque falli: nessuna. Spettatori: 250.

UDINE. Perdere intristisce, mina sicurezze e autostima: e dopo due ko di fila (quattro nelle ultime sei gare prima di stasera) la Delser stenta ancora a ritrovare quel piglio che ne aveva contraddistinto l’intero girone di andata. E se con le Acciaierie Valbruna Bolzano le Volpi riassaporano il calice del successo, del match del “Benedetti” restano parecchie zone d’ombra: in particolare il parzialone negativo (0 - 17) e un lungo periodo di siccità, quando il match pareva ormai indirizzato. Pare di percepire del nervosismo, in casa friulana: la testimonianza è la “fuga” di coach Riga che, dopo l’ultima sirena, ha preferito prendere immediatamente la strada di casa senza concedersi, come di consueto, al solerte Ufficio Stampa.

Priva del play titolare Bovenzi (problemi ad un ginocchio), la Delser ha in Mosetti un capobranco meno esuberante e più pensatore. La squadra sarà forse meno creativa però, anche in considerazione della fragilità dell’avversario, non ne risente affatto: le Volpi scappano sul 17 - 5 e tutto lascia presupporre che, la pratica di stasera, tutto sarà tranne che una matassa complicata da dirimere. Riga offre allora minuti anche a Tumeo: la giovane 2005 si lascia però un po’ tradire dall’emozione, affrettando giochi e scelte. Molto meglio, invece, Eva Da Pozzo: la capitana, tornata a disposizione dopo l’infortunio allo zigomo (che le ha fatto perdere, praticamente, un intero girone), dà l’esempio con un rimbalzo ed un paio di recuperi. Bolzano rimane a galla con una coppia di triple di Peric, ma la successiva spallata delle friulane pare devastante, se non definitiva: davanti alla mamma, Turmel spadroneggia sotto i tabelloni e la Delser prende il largo, con il massimo margine (43 - 22) scolpito proprio allo scader da una tripla di Mosetti (che  può vantare anche 4 assist).

Nel terzo quarto Udine, però, si addormenta, segna soltanto 7 punti (3 Gregori, 2 Turmel, altrettanti Pontoni), consentendo alle ospiti - sospinte dall’indiavolata De Marchi - di aggiudicarsi il parziale e rosicchiare una bella fetta di margine. Ma soprattutto di credere ad una impronosticabile rimonta. L’emorragia è copiosa - i giochi non riescono più, i tiri scoccati paiono piccioni viaggiatori – e, con il parziale sopramenzionato, Bolzano torna a contatto (50 - 47). Dalla lunetta Ronchi porta un po’ di ossigeno, ma Schwienbacher imbuca il clamoroso meno due del 36’ (50 - 52). Le altoatesine sprecano un paio di attacchi e allora sale di nuovo in cattedra  Ronchi che, con 7 punti consecutivi, scaccia i fantasmi. E andata bene, ma la Delser resta  convalescente. E nel prossimo week end c’è la Final Eight di Coppa Italia: venerdi, infatti, Bacchini e compagne sfideranno (palla a due alle 20.30) le padrone di casa di Battipaglia nell’ultimo quarto di finale di giornata ad eliminazione diretta. Probabilmente ancora prive di Bovenzi. La vincente affronterà la superstite del match tra Castelnuovo Scrivia e Firenze. (r.z.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

https://i.imgur.com/iGMzBlj.jpg

https://i.imgur.com/UmM661N.jpg

https://i.imgur.com/mewbTco.jpg

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 25/02/2023
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,55765 secondi