Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


ECCELLENZA - La Forum sfiora l'impresa, il Tamai si salva al 92'

Grande prestazione dei ducali, che nel primo tempo sbloccano subito il match con il colpo di testa di Ponton. Gli ospiti pareggiano con Barbierato, ma appaiono spenti e distratti. Nel finale del secondo tempo succede di tutto: ben due penalty, uno per parte, con cui prima Comisso porta i suoi sul 2-1 e poi Stiso sigla il definitivo 2-2

 


FORUM JULII - TAMAI 2-2
Gol
: 12’ Ponton (F), 24’ Barbierato (T), 84’ Comisso (F), 92’ Stiso (T).

FORUM JULII: Lizzi, Cantarutti, Maestrutti, Ponton (34’ st De Lutti), De Nardin, Corrado (19’ st Bolzicco), Calderini, Durat, Comisso, Del Fabro (6’ pt Andassio), Diallo. A disposizione: Zanier, Tull, De Lutti, Bolzicco, Snidarcig, Iovine, Castenetto. Allenatore: Simone Bruno.

TAMAI: Zanette, Mestre, Zossi, Romeo, Dema, Barbierato, Stiso, Nzadi Tunga, Pontarelli (21’ st Zorzetto), Carniello, Mortati (21’ st Rocco). A disposizione: Costalonga, Belotto, Mihaila, Cesarin, Rocco, Liberati, Zorzetto. Allenatore:  Stefano De Agostini.

ARBITRO: Marco Anaclerio (sez. Trieste). Assistenti: Emald Balla (sez. Pordenone) e Biagio Belfiore (sez. Maniago).

NOTE - Ammoniti: Nzadi Tunga, Ponton, Romeo, De Nardin, Dema. Espulso: Bolzicco (rosso diretto).

Esordio positivo per Simone Bruno sulla panchina della Forum Julii, che strappa un punto contro la capolista Tamai, dopo essere andata ad un passo dall’uscire dal campo con l’intera posta in palio. Il neo-allenatore dei ducali può dirsi soddisfatto della prestazione dei suoi, scesi in campo con grande agonismo e capaci di mettere in grave difficoltà gli avversari per lunghi tratti del match. C’è però ancora molto su cui lavorare, soprattutto in fase difensiva: i due gol subiti nascono da situazioni in cui la retroguardia poteva e doveva fare meglio. Giornata da dimenticare invece per gli ospiti, che agguantano in extremis il pari al termine di una prestazione sicuramente sotto la media: entrambi i gol subiti nascono da due incredibili disattenzioni difensive, che una squadra di questo calibro non può assolutamente permettersi, soprattutto classica alla mano.

I biancorossi scendono bene in campo, pressando molto alto la retroguardia dei padroni di casa e costringendola a disimpegni spesso imprecisi. Il primo squillo, dopo appena due minuti, porta la firma di Mestre, che raccoglie una corta respinta della difesa dopo un cross di Nzadi Tunga e cerca il palo lontano con il sinistro, senza però inquadrare lo specchio della porta. Per la Forum le cose si complicano ulteriormente al 6’ minuto, quando Del Fabro è costretto a lasciare il campo per infortunio, probabilmente di natura muscolare: il numero dieci infatti è uscito zoppicando, dopo aver tentato uno dei suoi dribbling in velocità. Al suo posto entra Andassio, subito molto propositivo: poco dopo infatti il numero 16 controlla una spizzata di Comisso e percorre tutta la fascia in progressione, servendo poi a rimorchio per Durat, che calcia da fuori area senza trovare però lo specchio. I locali insistono e rimangono in fase offensiva, creando un’altra buona occasione dopo pochi minuti: Comisso conquista il fondo dopo aver recuperato il pallone e serve al centro per Andassio, che viene fermato da un difensore in calcio d’angolo. Sul punto di battuta va Maestrutti, che col sinistro mette in mezzo un pallone molto forte: la difesa ospite non riesce ad intervenire e sul secondo palo sbuca Ponton, che colpisce di testa completamente solo e da pochi passi batte il portiere, portando in vantaggio i suoi.

La rete subita scuote il Tamai, che riprende in mano il pallino del gioco e al 14’ ha una buona occasione per il pari con Carniello, che raccoglie una respinta della difesa e impegna Lizzi con il sinistro. Dieci minuti dopo sugli sviluppi di un corner gli ospiti trovano il gol del pari: Stiso si incarica della battuta e crossa all’altezza del primo palo, dove Romeo colpisce indisturbato, prolungando la traiettoria del pallone. Su di esso si avventa Barbierato, che vince il duello fisico con il marcatore e in scivolata infila Lizzi. Non impeccabile la difesa dei ducali, rea di aver lasciato entrambi gli avversari liberi di colpire pressoché indisturbati. La rete dà morale ai pordenonesi, che però devono fare i conti con dei padroni di casa tutt’altro che intimoriti e in grandissima forma. Preziosissimo per i cividalesi il contributo di Comisso, cercato molto spesso con palloni lunghi da Lizzi e Durat, che regge da solo il peso dell’attacco e apre spazi invitanti agli esterni. Particolarmente pericoloso Andassio, oggi imprendibile per chiunque, che con le sue percussioni in velocità costringe al fallo gli avversari. Al 40’ i padroni di casa rischiano però tantissimo: Cantarutti e Corrado non si intendono sugli sviluppi di un’innocua punizione nella propria metà campo e sono costretti a mettere in fallo laterale. Il Tamai approfitta della confusione e rimette velocemente il pallone in gioco, servendo in profondità Carniello, affrontato da Corrado. Il numero 10 serve Pontarelli, che crossa sul secondo palo dove Mortati non arriva sul pallone per una questione di centimetri, graziando la difesa di casa. L’ultima occasione del primo tempo è creata dalla Forum, che va ad un passo dal 2-1: Lizzi recupera palla in uscita e rinvia in direzione di Comisso, che prende posizione e prolunga per Andassio. Il numero 16 si inserisce a grande velocità tra le linee e brucia il proprio marcatore, presentandosi a tu per tu con Zanette e calciando con il sinistro da posizione defilata. La conclusione è precisa ma non troppo potente e l'estremo difensore ospite tiene a galla i suoi, distendendosi bene alla propria sinistra. Si va così a riposo sul punteggio di 1-1. 

Al rientro dagli spogliatoi i biancorossi partono a mille, creando 3 occasioni in pochi minuti e costringendo gli avversari alle corde. Dopo poco più di sessanta secondi Carniello crossa al centro, dove Mortati si coordina per la conclusione in acrobazia, senza però centrare lo specchio della porta. Passano poco più di 3 minuti e Pontarelli colpisce il palo dopo esser stato servito alla perfezione dal proprio numero 10. L’azione era però viziata dalla posizione di offside del numero 9. La più clamorosa palla gol per gli ospiti capita però al 5’: la difesa dei padroni di casa, sottopressione, rinvia in maniera imprecisa e un rimpallo che si alza a campanile favorisce l’inserimento di Mortati. Il numero 11 si trova così solo davanti al portiere e prova a calciare al volo, colpendo però malissimo il pallone e sprecando un’ottima opportunità.
Dopo una prima metà di secondo tempo ricca di emozioni  i ritmi calano: è sempre il Tamai a cercare di fare la partita, ma la squadra di mister De Agostini sembra povera di idee e non riesce a penetrare l’attenta retroguardia avversaria, che di contro è sempre pronta ad approfittare di ogni errore degli ospiti. Ed è proprio da una distrazione della retroguardia biancorossa che al 38’ la Forum si porta sul 2-1: Andassio in pressione intercetta una linea di passaggio e si lancia in campo aperto, inseguito da Romeo. Il numero 16 entra in area e sterza, subendo un netto contatto dal capitano degli ospiti: calcio di rigore. Sul punto di battuta va Comisso che, glaciale, spiazza Zanette e segna la rete del vantaggio.

I pordenonesi non ci stanno e gli animi si infiammano, dando vita ad un finale elettrizzante. I padroni di casa sembrano reggere, ma in pieno recupero la retroguardia cividalese non riesce ad allontanare un cross di Rocco, che dà vita ad una mischia furibonda a pochi metri dalla porta di Lizzi. In mezzo alla calca, Bolzicco interviene in scivolata e un rimpallo fa carambolare il pallone sul suo braccio mentre si rialza. Per il direttore di gara non ci sono dubbi: rigore ed espulsione per il difensore. Dal dischetto va Stiso, che spiazza Lizzi e fa 2-2. Il Tamai allora ci crede e, complice anche l’inferiorità numerica degli avversari, tenta il tutto per tutto, prendendo d’assedio l’area dei padroni di casa. All’ultimo secondo imbucata del subentrato Rocco per Carniello, che calcia di prima intenzione: straordinario Lizzi in uscita, che salva i suoi e mette la parola fine al match.

Partita molto godibile, merito anche della prestazione fantastica dei padroni di casa, ad un passo dal replicare il più classico dei Davide contro Golia. Migliore in campo Andassio, vera spina nel fianco della difesa ospite, che non ha fatto rimpiangere lo sfortunato Del Fabro. Molto bene anche Comisso, autore di una gara veramente convincente per come ha sostenuto il peso dell’attacco e per il lavoro ‘sporco’ in fase di non possesso. Bocciati gli ospiti, autori di una prestazione opaca, complici anche le numerose assenze: occorre ritrovarsi alla svelta, per raggiungere l’obiettivo promozione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

https://i.imgur.com/jIFMgDK.jpg

https://i.imgur.com/5YidwsU.jpg

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 25/02/2023
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,14017 secondi