Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


PRIMA C - Festival del gol a Domio, sorride il Fiumicello

La capolista va due volte sotto in avvio, poi rimedia prima dell’intervallo. Nel secondo tempo Sangiovanni e Bergamo mettono la freccia, Male dal dischetto la riapre ma non basta. Mian: «Siamo sul pezzo, non era facile vincere qui»

DOMIO - FIUMICELLO  3-4
Gol: 5’ Gorla, 10’ Burolo, 22’ Davide Russo, 35’ Sangiovanni; 8’st Sangiovanni (rig), 30’st Bergamo, 38’st Male (rig)

DOMIO: Ianderca, Jurincic (25’st Settangelo), Sgubin, Pisani (26’st Pagliaro), Benco, Mistron, Minen, Burolo (30’st Emanuele D’Aquino), Male, Guccione, Gorla, A disposizione: Bombardieri, Sulini, Craus. Allenatore: Maurizio Giacomin.

FIUMICELLO: Mirante, Pasquale Russo (5’st Savic), Sarr, Paderi (23’st Daniel Corbatto), Sessi, Bergamo, Ferrazzo (29’st Nikolas Corbatto), Cuzzolin, Sangiovanni, Davide Russo, Sirach. A disposizione: Piccinno, Dijust, Strussiat, Vezil, Interlandi, Ponziano. Allenatore: Paolo Trentin.

ARBITRO: Filippo Fabbro sez. Udine

NOTEAmmoniti: Pisani, Ferrazzo, Sarr, Bergamo, Paderi. 

DOMIO – Partita ricca di gol quella fra Domio e Fiumicello, valida per il recupero della 6ª di ritorno, rinviata il 26 febbraio per vento, e vinta in rimonta dalla formazione friulana.
L’inizio è di marca triestina con gli ospiti un po’ spenti tant’è che il Domio, partito molto forte, passa in vantaggio al 5’ quando Gorla riceve un traversone e in area risolve in mischia. Pochi minuti dopo i verdi di casa raddoppiano con la rete di Burolo. Le due sberle svegliano il Fiumicello e una decina di minuti più tardi dimezzano: Davide Russo dalla corsia sinistra punta l’area e una volta dentro calcia a rete. Al 35’ Sangiovanni da fuori area vede Ianderca non ben posizionato e lo uccella con un lob a mezz’altezza infilatosi sotto la traversa.
Nel secondo tempo, dopo 8 minuti per un tocco di mano di Benco, l’arbitro, poco convicente la sua direzione, assegna il rigore, trasformato da Sangiovanni. Il Fiumicello adesso naviga a vele spiegate e alla mezzora Bergamo, su azione d’angolo, incorna a rete la quarta marcatura. Il Domio però non si arrende e al 38’ conquista un rigore per un intervento di Mirante giudicato irregolare. Dagli 11 metri Male accorcia ma il punteggio, da lì alla fnie, non cambia più. 

Il Fiumicello torna a riprendersi il vantaggio in vetta di +5 sull’Azzurra, il Domio resta in bilico sulla sponda playout. Così il diesse degli gialloverdi ospiti Claudio Mian: «Abbiamo dimostrato di avere un gran carattere, non era facile da un 2-0 dopo pochi minuti ribaltarla e portare a casa i tre punti. Ciò significa che siamo sul pezzo, torniamo ad avere un vantaggio consolante sulla seconda, andiamo avanti domenica dopo domenica e poi vedremo alla fine. Un rammarico invece per la direzione arbitrale, ha scontentato tutti in una partita tranquilla».   

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 08/03/2023
 

Altri articoli dalla provincia...




AIAC - Viscidi e "La partita perfetta"

Un personaggio di assoluto rilievo. Autore di un volume (“La partita perfetta”) che racconta e analizza tipiche situazioni di campo. Per entrare nel dettaglio, ...leggi
05/06/2024















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,15519 secondi