Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


VIRTUS CORNO - Volas: sfortunati, ma lotteremo fino alla fine

Il bomber è stato autore di entrambi i gol nel 2-2 a Zaule, ma si rammarica per il pari arrivato all’ultimo respiro: “Vincere sarebbe stato importante, ci avrebbe dato fiducia per le prossime partite. Dobbiamo credere di poter raggiungere l’obiettivo salvezza”

Una Virtus Corno sfortunata ha impattato per 2-2 nel turno infrasettimanale valevole per la trentesima giornata del campionato di Eccellenza contro lo Zaule Rabuiese. Il gol del pari casalingo è arrivato proprio all’ultimo secondo ed ha raggiunto la doppietta ospite messa a segno da Dalibor Volas, goleador biancazzurro arrivato a gennaio. L’attaccante sloveno sta vivendo un momento d’oro con 5 reti nelle ultime tre gare e otto in generale da quando è arrivato a Corno. Un rendimento incredibile alla “veneranda” età di 36 anni, alla disperata ricerca di un’insperata salvezza nella quale crede tanto. Il bomber si rammarica per la sfortuna che perseguita i suoi: “Secondo tempo molto bello, ma abbiamo preso gol all’ultimo secondo, da un’ingenuità. Nel primo tempo siamo stati troppo timidi, impauriti. Quando tutta la squadra gioca bene è facile segnare, ho avuto tante occasioni. Il primo è arrivato su tap-in dopo una traversa colpita da Kanapari, il secondo invece ho ricevuto palla da Specogna con un bel passaggio e con due tocchi l’ho messa in rete. Questo è l’ottava rete in undici gare, 5 nelle ultime 3 partite”.

PAREGGIO – “Vincere sarebbe stato importante, perché ci avrebbe dato fiducia nelle prossime partite. Siamo lontani, ma dobbiamo credere di poter raggiungere l’obiettivo”.

SQUADRA – “Siamo tanto sfortunati. Con il Chions abbiamo perso al 95’, con la Pro Gorizia ci hanno pareggiato al 96’ ed anche ieri. Aspettiamo la Pro Cervignano, siamo fiduciosi ma sappiamo che sarà molto difficile. Dobbiamo vincere per forza”.

UOMO SPOGLIATOIO – “Questa squadra è molto giovane ed io, a 36 anni, devo dare il buon esempio. Con la mia esperienza devo dare il mio contributo, voglio che tutta la squadra cresca e vada bene, non penso ai miei obiettivi personali. Questo è il mio ruolo in rosa e penso che abbiamo fatto bene in queste undici partite da quando sono qui. Sono arrivato a gennaio e gli otto punti conquistati penso che non siano malissimo, il problema è stato il girone d’andata che ci sta punendo in classifica”.

SPIRITO – “Siamo pericolosi con tutti, siamo giovani ma possiamo dare fastidio a tutti. Il nostro mister Peressoni ha tanta esperienza, ci infonde calma e questo mi piace tanto. Dà a tutti spazio e questo è importante”.

RITMI – “Fisicamente stiamo bene, nonostante si giochi ogni tre giorni. Abbiamo cattiveria e i ragazzi sono giovani quindi recuperano subito. Questo è il mio quarto anno in Italia e penso che posso aiutare questa squadra”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 16/03/2023
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,13608 secondi